ma anche no


la quarta volta stai a guardare
13 maggio 2013, 22:29
Filed under: puttanate intimiste

Bon, siamo nel periodo dell’anno in cui mi viene l’ansia perché bisogna pensare a organizzare the big caric di aspettativ Vacanze Estive, e anche se è un’ansia collaudata come il suddetto cambio di stagione o l’iva annuale, è un’ansia che si dà sempre un gran da fare nel mondo delle ansie del senso di colpa.
Voglio dire: con che senso di colpa torno a Amsterdam per la quarta volta invece di andare a fare trekking a città del messico?
Quanto sono una persona brutta se mi piace tornare sempre nello stesso posto ANCHE perché la prima volta fa sempre male?
E poi a novantanni quanto mi dispiacerà non essere andata in thailandia in barca a vela?
Davvero te la senti di sprecare così i tuoi unici quindicigiorni di vacanza?
Ché un conto è un finesettimana, bellamia, ma AGOSTO?


Questi sono gli orridi dilemmi morali che si pongono per la scelta della meta vacanziera, che si pongono in questa stagione perché altrimenti sommiamo al suddetto senso di colpa quello che se proprio in fondo al cuore lo sapevi che volevi andare a Frattamaggiore, perché prenoti all’ultimo minuto mettendoci i soldi che avresti speso per andare in Giappone un mese?
Comunque.
Tutto questo succede perché sono effettivamente andata a Londra per la sesta volta e allora mi sentivo molto in colpa e ho chiesto a MG se era etico andare a Londra per la sesta volta e che mi desse un buon motivo che non fosse la mostra su David Bowie.
E MG se ne è uscito con una riposta game/set/match, di quelle che a vedere i videi che si guarda su youtube, come dire, ecco, non ti aspetteresti.
“A Londra sono felice: c’è forse un motivo migliore?”

endomondo