ma anche no


apologia del freddo
31 ottobre 2012, 13:14
Filed under: mai piu senza
Il freddo è bello! il freddo è vostro amico!
Il freddo vi ama anche quando la batteria – o l’alternatore. o il regolatore. o il generatore. a seconda del meccanico visitato – non funziona.
Perché grazie al freddo potete percorrere giouosamente chilometri spingendo cento chili di vespa due volte al giorno SENZA SUDARE! Eh? Figata.
A parte questo allegro sarcasmo frutto di certe madonne degli ultimi giorni, il freddo io lo amo davvero, anche se scarica le batterie.

(Per risolvere questo problema delle batterie, amici del gugle: non comprate le batterie su internet, non versateci l’acido dentro, non le montate con le viti che cadono in millimila buchi tutti intorno, non confrontatevi con parole come amperaggio e non crediate che gli amici del forum vespa0nline vi possano aiutare, ma soprattutto non pensate mai mai mai più che settanta euro per avvitare due bulloni siano troppi.
È un consiglio, eh.)


Ma torniamo al nostro amico The freddo.
Il freddo è quella cosa che quando entri a casa, ma anche al lavoro, in merceria, dal meccanico (…) improvvisamente cominci a credere in dio.
Il freddo è cose calde da bere, lana grossa a go go, piumino, doccia bollente, abbraccioni, gatti addosso, grossi maglioni informi, calze mille denari, anfibi, stivali, cappotti, cappelli, vedere i film sotto la coperta ma costretti a stare abbracciati.
Perché il freddo è chiaramente la stagione dell’ammore!
Non siete già un po’ felici?
Vuoi mettere quando si suda, bisogna farsi la ceretta ogni dieci minuti e si è costretti a sopportare la vista di tristanzuola carne rosata o peggio di stuoli di fighe abbronzate? I sandali, i piedi lerci, le millemila dita pittate che strabordano in tutte le direzioni. Quelli che propongono di andare al mare. Che non ve li dico neanche, i problemi del mare, che ci siamo capiti, ci siamo intesi.
E poi quando fa freddo si possono fare delle cose tipo uscire, camminare tanto, senza ritrovarsi con tutti i vestiti zuppi e dovere fare sedici docce al minuto.
Per non parlare di quanto si corre bene quando fa freddo.
Io in questi due giorni ho fatto dei tempi così mirabili che mi sono comprata le scarpe nuove, mica perché mi servono ma perché ho superato i mille chilometri e i veri pro cambiano le scarpe dopo un po’ di chilometri, ah! (così dicono, i veri pro, aka venditori di scarpe da corsa)
E poi finalmente corri, ti scaldi e questa pratica insensata del correre assume una sua valenza oltre il classico masochismo.


Poi alle volte piove, e quello invece è male, specie l’umido, l’autobus, il buio, l’ombrello, non si può correre.
Ho comprato delle galosce scic per farmela piacere ma va sempre male, specie perché questa cosa di mettere i pantaloni negli stivali NO, è una terribile terribile moda per stronze modelle magre, che sono il 2% del pianeta, ricordatevelo.

Avete letto: laclauzblog, non solo stronzate, anche consigli della moda.

Annunci

6 commenti so far
Lascia un commento

Io credevo che fossero solo stronze, le modelle magre. Anche e solo il duepercento no, non posso tollerarlo

Commento di Ananas

come scrivevo oggi su twitter, dell’inverno amo che la sera posso bere latte, miele e rum (tanto rum) con la scusa del raffreddore, cosa che in estate sarebbe estremamente sospetta.
io odio correre, ma la so questa cosa dei commessi di negozi di scarpe: quelli sono degli esaltati veri manco fossero tutti Husain Bolt.

Commento di lisecharmel

Il top del top, secondo me è quando c’è una giornata di sole, quelle dove la pressione è alta e il freddo è veramente pungente, che non si superano i 2 gradi e, anzi, possibilmente si sta sempre sottozero e allora vai fuori a camminare sull’argine del fiume per un paio di ore e ti congeli la faccia e torni a casa e il naso e le guance subito diventano tipo a ottanta gradi, ecco, in quel momento io mi sento una persona felice.

Commento di bnd

come già dissi, a me piace molto il vento, e precisamente la tramontana. generalmente se c’è la tramontana ci sono tutte le condizioni per il mio clima ideale. ma poi il bello del freddo è che è bello stare a casa a farsi coccolare da caldi nomi cose animali. in sostanza torniamo sempre lì: casa wins, e il freddo è una scusa eccezionale.

Commento di laclauz

il freddo è una gran ficata se non sei un barbone, ma un runner (anche mezzasega come me, per dire): si corre meglio.
l’altro giorno mi son dovuto mettere la maglia a maniche lunghe e le braghe lunghe e faceva freddo e sembrava dovesse piovere e ogni tanto usciva il sole ed era bellissimo (tutte le volte che usciva il sole), non sudavo e potevo regolare la temperatura tirando su le maniche e giù la zip della felpetta)
io le scarpe le cambio ogni 5-600 km, appena il consumo supera un certo limite (ma io peso tipo quasi 90 chili, le scarpe le stresso).

Commento di marcell_o

dopo la corsa in inverno io potrei tranquillamente non fare la doccia: la faccio solo per il godimento.
comunque, mi sento in dovere di avvertire l’umanità che con le scarpe nuove ho corso i 10 km in 51 minuti, quindi sì, l’opzione cambiare la scarpe ha vinto benissimo.

Commento di laclauz




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...