ma anche no


and please don’t say “a white one”*
20 giugno 2012, 18:58
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

Lo dico con molta compostezza: è caduto il computer e si è rotto il coso.
Ho passato la notte in piedi alternando la lagna mocciolosa da ceffoni al farmi dei nuovi amigi sui forum degli hard disk rotti.
Dopo due ore di sonno mi sono avviata combattivissima nel magico mondo dei cacciaviti a ipsilon (?) e ho smontato tutto fingendo di sapere benissssimo quello che stavo facendo. Così ora sono circondata da viti di ogni foggia, diligentemente divise per dimensione, come mi hanno insegnato su fixit, dove per far capire che se non te lo fai dai solo veramente sei una merda, i video sono fatti da una bionda con le unghie pittate di giallo.
Sono andata a cercare un hard disk nel mondo reale dei vivi, perché mi serve ora subito immantinente, e invece l’uomo degli hard disk nuovi ha detto forse stasera o domani, come se io non avessi passato la notte a friggere dall’impazienza di voler rimediare a tutto e subito, come se non fossero le ore dodici con gradi trentasette, come se avessi nella tasca un previdente e maturo backup.
Niente.
E quindi sto qui che devo aspettare.
Nel frattempo il coso rotto è inguainato in un cappottino bianco e non ne vuole sapere, ma nemmeno per niente, di rimettersi in piedi.
Sta lì che combatte con le directory tree, i nodi, sailcazzo.
Abbiamo perso tutto l’anno 2012?
Chissà.
E quindi quindi, fino a ieri mi preoccupavo del tipo che non mi rispondeva sulle vacanze, poi c’è stata una breve parentesi in cui si è spostato davanti, nella prospettiva delle ansie, il treno di venerdì con l’orario sbagliato e le allegre avventure in compagnia call center di trenitalia** e proprio mentre pensavo che questa cosa del treno era davvero una seccatura, ecco che messiè il mac ha scalato la classifica, attirando l’attenzione con “the capitombolo”: grande classico.
Inarcassa è finita in settima posizione, per dire.
Quando mi calerà l’adrenalina toccherà rimettere un po’ ordine, là dentro, e magari installare un sistema operativo nuovo che non preveda la portabilità di computer al cesso.

* tanto lo so che non ci arrivate da soli.
** il biglietto economy si può cambiare online, certo! basta inserire il codice di cambio prenotazione scritto sul biglietto! però non ce lo scriviamo, così aguzzi l’ingegno! comunque puoi sempre pagare 7 (sette) euro di callcenter e ti diciamo che non ti possiamo aiutare e devi andare alla stazione! ciao amicotrenitalia, il tuo saldo punti disponibile al 19/06/2012 è di 0!

Annunci


fagiolini e melanzane
7 giugno 2012, 11:55
Filed under: ipn soap
Al lavoro/mondanità di ieri sera c’era Pierferdinando Fagiolino.
Cosa dire.
Non è che dal vivo sia orghl, è proprio l’orghl personificato.
Per la seconda volta in vita mia ho provato un lancinante attacco di timidezza adolescente che mi ha costretto a girargli intorno tipo moscerino, cercando di tenere a bada il cocente desiderio di fare una figura di merda, qualcosa tipo io ti stimo moltissimo o facciamoci una foto insieme, per il solo libidinosissimo gusto di sapere che quel dio.che.palle.ancora mascherato da sorriso da divinità è tutto per me.
Devo aggiungere anche che era l’unico che in tutte e dico tutte le foto veniva sempre bellizzimo?
Devo aggiungere anche che è davvero una brava persona?
Devo aggiungere anche che con quegli occhini lì per me facciamo centoventibambini senza passare dal via?
Fortunatamente invece è passato dal via uno con gli involtini di melanzane e feta.
Ora, amigi. Sarà capitato anche a voi, quando ci sono i tipi che girano con i piatti dei fritti mosci o le tartine vomito incorniciato, che poi improvvisamente sbuca quello con gli involtini alle melanzane, allora lo segui confondendoti nella folla, prendi venticinque pezzi pensando ah bè ora mi sgrideranno e invece sei solo la solita egocentrica di merda e non ti ha notato nessuno?
Ecco.
Al terzo involtino il signor cameriere si gira e mi dice:
“ma che mi sta seguendo?”