ma anche no


feisbuc – part II
2 gennaio 2010, 22:47
Filed under: mai piu senza
Scrivo questo post dopo l’ennesima mail ‘remember che tutti questi ti hanno invitato su feisbuc, really you want dirgli no?’ perché qua è ora di finirla.
Ora vi voglio dire: c’è chi è su feisbuc per rubare, e c’è chi è su feisbuc per amore, io non ero su feisbuc non per essere il migliore, ma perché "Alcuni di loro hanno voluto a tutti i costi mandarmi delle fotografie per farmi vedere come eravamo: se penso a tutti gli anni che ci ho messo, per riuscire a dimenticare come eravamo." (cit.)
E questo per quanto riguarda l’amarcord da compagni di scuola.
Per quanto riguarda l’attuale condivisione di cazzi miei con amici e parenti, mi manda letteralmente ai matti che la gente si faccia i fatti miei a mia insaputa e vorrei che mi fosse altrettanto impossibile conoscere i fatti degli altri, che poi se so che c’è la possibilità, finisce che voglio sapere delle cose che in realtà non voglio sapere.
Amici di tutti che poi se rifiuti è brutto, peccarità.
Quelli che ti chiedono come era puzzicorampichino e chi è ciccio prugna e lo senti ancora ciccio benzina, ma mica si fanno due chiacchiere, che magari verrebbe fuori e te lo racconterei pure, no, resta così, tipo manifesto elettorale per guardoni, e devo pure scrivere  alla lavagna se sono rassegnata, maritata, mezza impegnata, suicida, sudicia, e poi aggiornare in tempo reale e ogni dieci minuti essere aggiornata su quanto erba gatta è innamorata di piccio scozzese.
Per non parlare di quelli che trovano interessantissimo condividere quintali di foto di del piccolo matti puzzone che apre la mano, rompe i coglioni e si piscia addosso.
A me piace che i cazzi privati della gente restino privati, il che non vuol dire che non mi piaccia condividerli, ma che mi piace che questo avvenga privatamente, nei tempi e nei modi decisi di volta in volta, vis-a-vis, o telefòn-a-telefòn.
Non mi sento migliore per questo, ma reputo feisbuc uno strumento del dimonio, così come msn e  tutte le altre diavolerie da grande fratello che devono monitorare in tempo reale cose che preferirei la gente se tenesse pessè.
Quindi, amici cari, voglio dirvi di no, sono fuori dal tunnel, non sono una fanatica della discrezione ma sono contro la defecazione pubblica, questi sono i pensieri che ho fatto io la notte trentuno dicembre duemilanove, pensieri che non posso escludere siano stati un pochino influenzati dall’inatteso incontro con delle fotografie illustranti gli effetti della pulizia del colon.
Annunci

11 commenti so far
Lascia un commento

non c’entra niente con FB ma mi chiedevo come mai cliccando sul tuo header non si torni alla home come è convenzione e come è tanto comodo.
Buon anno eh.

Commento di JunOnic

per farti capire subito che sei in un luogo ostico e ostile dove niente va come vorresti, mi sembra ovvio U_U

(boh)

Commento di laclauz

 applausi a scena aperta, soprattutto per la parte relativa alle foto dei figli.

Commento di gagrito

Molto giusto. Se lo postassi su Facebook riscuoterebbe un grande successo.

Commento di ThomasBernhard

comunque conosci gente con nomi parecchio strani, eh.
(grazie per bajani, ricordiamo sempre che ti sono debitrice di non uno, ma due scrittori).

Commento di cantoediscanto

“Più ti lamenti”, dice un vecchio adagio, “più Dio ti lascia vivere”. Se è vero, mi auguro che la settimana prossima aggiungerai molti anni alla tua vita. Ti si presenteranno presto molte colorite opportunità di sporgere reclami. Il cosmo ti autorizzerà a fare un casino pur di migliorare le cose. Cerca, però, di concentrarti sulle critiche costruttive, che servono veramente a sbloccare le situazioni. Molto probabilmente il Divino Wow sarà più disposto a darti credito per questo che non per un narcisistico piagnisteo.
(Oroscopo di internazionale)

Assunto che quindi tu vivrai molto a lungo, ma dico, ma è possibile che l’anno inizi con questo oroscopo?
E ho anche l’influenza.

Stai bene?

Commento di CarCarlo1

io la notte del 31 ho fatto pensieri influenzati dall’inatteso incontro con il capitone. e’ un doppio senso eh. ora che l’ho detto non e’ piu’ doppio.

Commento di piasenzacasa

laclà scioperi?

Commento di bacca

io non sono su facebook perché mi piace essere irrintracciabile. mi piace che le mie ex compagne di scuola, che ho perso di vista con molto piacere (sicuramente reciproco) facciano aperitivi senza di me e magari parlando pure male di me: "chissà che fine ha fatto lise charmel, ti ricordi com’era antipatica?"
e poi hai ragione: non dover condividere le foto dei loro figli, dei loro cani, dei loro iguana e dei loro vicini di casa è impagabile

Commento di lise.charmel

Io ero convinto (e lo sono tuttora) che la principale ragione dell’esistenza e della sopravvivenza di facebook fosse la possibilità barra speranza, più speranza che possibilità, di raccattare un po’ di figa barra cazzo, a seconda dei gusti. Poi ho scoperto che ci sono anche dei giochini del cazzo che insomma, durante le lunghe giornate di lavoro aiutano, e ovviamente mi sono iscritto.
Ma con un falso nome.

Commento di Nemecsek

io odio fb e ogni volta che incontro qualcuno che mi dice che è su fb gli tolgo di default 200 punti nella mia scala della stima personale. Tanti quanti ne toglierei se si mettesse le dita nel naso davanti a me.
Mi piace come ragioni. E come scrivi. Ciao

Commento di alerina




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...