ma anche no


cose broken
15 luglio 2009, 21:05
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

Cari amici, care amiche, indovinate una cosa incredibile: le piastre di ceramica, se cadono, si spaccano. Già. E dire che io proprio, guarda, mpf, una vera signora: non ho chiamato a raccolta nessuna divinità né oltrepassato il muro del suono né niente, ho detto solo un compostissimo ‘ma vattene’ perché volevo fare la superiore, quella tutta mpf. Invece sono stata punita per la mia educazione: la cosa si è rotta, spac spac.

Allora quando poi ho visto che si era rotta mi sono sentita presa per il culo perché, eddai, proprio questa volta che non ho fatto turpiloquio, però ormai era tardi per dare in escandescenze a sangue freddo, quindi ora sono tutta una palla di rabbia repressa tipo brufolo con qualcosa dentro che sta urlando per uscire e nel frattempo mi chiedo: se ci metto il superattack, sulla ceramica, poi con il calore si fonde e mi si attacca alle chiome? Perché, lo capirete, potrei morirne.

Ora mentre aspetto che si freddi, intanto, metto su google cosa fare se la piastra ti si spacca pregando di non arrivare su qualche blogo di trentenne sfasciapalle che si lamenta che la sua vita non le piace, che è una palla di pus eccetera, ci siamo capiti.

Comunque gli incidenti domestici non finiscono qui: pochi minuti prima del fattaccio, mentre smacchiavo il pigiamino dalle tracce della colazione, ho versato mezza bottiglia di trielina sui trucchi e le spazzole (sì, ne ho avevo tre, mpf) e così adesso ci ho il bagno che pare decorato da Burri.

Domani una gitona in profumeria, per me, che figo guarda, proprio quello che desideravo, con i 35 (trentacinque) gradi che teniamo.

Ah, lo so che siete solo un branco di stercoraried è inutile chiedervi qualsiasi cosa utile, ma se sapeste convertire da dwg a pdf senza modificare la scala e senza trasformare i testi in tracciato, ehy! potreste essere voi i miei amicissimi! non perdete questa occasione.

Annunci

14 commenti so far
Lascia un commento

niente sulla piastra non ti posso aiutare, perché li ho lisci naturali!
oh oh oh

Commento di Gnegnet

e niente, sarò costretta a comprarmi un parruccone caschetto da valentina, sarò.

(che poi una volta giuro me lo volevo comprare davvero per fare la foto ‘rosso con scarpe col ditone’ ma poi costava troppo)

Commento di laclauz

Per precisare:
mi serve un vettoriale, non necessariamente un pdf, da editare con illustrator.

Provati e falliti:

eps: autocad esporta in scala, ma testo diventa tracciato

pdf da distiller: stampa, quindi scala ok ma testo tracciato

dwg: illustrator lo apre, testo ok, ma scala a cazzo

wmf: autocad esporta ma scala a cazzo (ci sono forse da qualche parte dei settaggi di esportazione?)

Prima delle tre di domani pomeriggio, grazie, mpf.

Commento di laclauz

maddai, una canzone di elisa, ti hanno mai detto che… scusa scusa.

giuro che non ho capito il collegamento ceramica-chiome. Dormi sul lavello? Usi una piastrella come copricapo?

Commento di cantoediscanto

Mi sa che è tardi.
Io, in ogni caso, di quelle robe lì non so gnente, ma proprio non riesco nemmeno a immaginare a cosa servano.
Il fatto che la piastra si sia rotta è un chiaro segno del destino.
…ma a cosa serviva (la pisatra dico)?

Commento di CarCarlo1

pia s t r a
pia s t r a

ecco, piastra.

Commento di CarCarlo1

ahah, grande canto, che ha tanato elisa! (a me elisa no, non proprio noooo però abbastanza no, però qui mi faceva ridere, come le canzoni trash)
Tralascio quella tua simpatica allusione, mpf.

La piastra, -e mi meraviglio della tua crassa ignoranza!- ha della ceramica dentro che è quella che ti acchiappa i capelli ed anche quella che si è rotta.

Ho provato a rincollarla ma niente, quindi ora giace accanto a un cassonetto con mia somma delusione.
Sob.

Ora lo so che, e so anche che, eccetera, ma: che cazzo di caldo fa oggi? mi sembra di stare dentro una piastra gigante (di ceramica, ovviamente)

Commento di laclauz

Cara Canto, anche io avrei avuto la tua stessa perplessità, non fosse che lo scorso weekend ho visto un’amica notoriamente piastrologa(o piastromane), al punto che il fidanzato, coinvoltissimo, dice cose tipo “mo’ ci siamo comprati una piastra nuóva che così nun ce l’ha manco jeanluidavìd”.
Anche io, diversamente, non necessiterei di saperlo: la chioma è l’unica parte davvero liscia del mio corpo.

Commento di ranji

la mia avventura con la piastra la scrissi pure, un po’ di tempo fa, andò così:
io raccontavo a collega del fatto che quando è umido mi vengono i boccoli e collega disse ma io uso la piastra!
Da allora mi si è aperto un mondo di capelli perfetti e meravigliosi.
Allora tutti dicono “ma la piastra, che schifo!” ma poi quando mi vedono con quei capelli tutti a fare ohhh.
perché non è che mi diventino proprio dritti dritti, solo belli belli

(sì, ho scritto proprio così: so che ora dio mi punirà per questo)

Commento di laclauz

(piastrologa, piastrologa)
Ecco, io e Ranji ci capiamo perché siamo lisce lisce naturali, senza ricorrere a quei mezzucci lì.
:)

Commento di cantoediscanto

piastromane.
Comunque coi punti esselunga secondo me te ne puoi prendere un’altra.

Commento di CarCarlo1

pdf creator?

Commento di Vertigoz

occhei, dai, c’è qualcuno di voialtri che sa usare illustrator, dai che c’è, coraggio, su.

Commento di laclauz

Io no, così ti tolgo il dubbio subito (se ma lo avessi avuto, il dubbio)

Però so usare la pentola a pressione.

Ma qui son tutti già in vacanza?

Commento di CarCarlo1




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...