ma anche no


piove, piove, la gatta non si muove
28 aprile 2009, 16:36
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

Oggi, oh, oggi.

Tipo, c’è da fare il tagliando alla vespa.
(parentesi acclusa: mi sono svegliata a un’ora ingiusta, dunque il mio tasso di odio nel sangue è pari a quello di midichlorian di cososkywalker*)

Tipo c’è da ritirare la ricetta dal dermatologo e chiederne una per l’otorino.
(parentesi geriatrica: a qualcuno nel mondo oltre a me capita che gli si chiuda una narice [o frogia] quando dorme? Rischio la morte naturale o solo tramite quelli che dormono con me e vengono svegliati da un delizioso russare?)

Tipo ho dimenticato la borsa da Feltrinelli.
(parentesi esplicativa: dire borsa è parecchio riduttivo perché io giro con dei metri quadri del peso di un carro attrezzi, con dentro dai pesci rossi alle palline da ping pong, ma morire se ci trovi un fazzoletto)

Tipo la pasta al pesto di Feltrinelli continua a tornarmi su in modo prepotente/disgustoso.
(nuova parentesi geriatrica: ma è normale che il cibo faccia ciao in continuazione? … ricetta anche dal gastroenterologo, dite?)
Tipo c’è il diluvio universale, c’è una riunione tra un quarto d’ora e io devo trovarmi alle sei all’altro capo di roma, mezzo autobus, fate vobis.
(parentesi pleonastica: per tornare dal vespaio**, bravi)

Tipo.
Allegria.

*scusate, non so perché l’ho scritto. Anzi, lo so: perché ho sonno e vi odio.
**ahah, sono simpaticizzima.
PS. chi*** trovasse un collegamento tra tutto ciò e il titolo me lo spiegasse anche a me, per piacere. ‘Sta faccenda dei titoli ha nu poco scocciato.

***zoc, lo sai che è il tuo momento.

Annunci


cartelle cliniche
24 aprile 2009, 16:40
Filed under: mai piu senza

Oggi ho messo a posto tutte le cartelle della Bulgaria, che era una cosa che sotto sotto mi angosciava da mesi e mesi.
Allora io se c’è una cosa che odio è quando c’è casino nelle cartelle, tipo che c’è una cartella materiali e c’è dentro il capitolato e le foto dei topinambur, perché se una cartella la chiami ‘robe’ grazie alla cippa che pure i manuali del condizionatore hanno il diritto di starci dentro.
Oppure quando mezza roba sta in corrispondenza e mezza in materiali ricevuti: i materiali ricevuti, secondo te, come li abbiamo ricevuti? Fermo posta? Col piccione?
A me piace che i file siano divisi per estensione, così se cerco uno stracazzo di pdf so dove devo andare.
Al massimo tollero una cartella materiale ricevuto, ma anche lei con le sottocartelle per estensione, sennò ciao.
E poi: la cartella foto serve se già c’è la cartelle jpg?
Il computer fa brutti scherzi alle compulsioni, ma anche le complusioni si fanno brutti scherzi da sole.

Lo sapete che esiste quest’uomo ed è già sposato?



16 aprile 2009, 16:37
Filed under: mai piu senza

prima notizia. Ho visto Juno. Commedia americana: il fumo negli occhii, il dimonio! Bè, come dire… sì, proprio quello sto per dire: mi è piaciuto. Non da dieci, chiaro, ma grafica molto carina e chitarrine molto carine, lei molto carina. Tic tac molto carine. Insomma, aspettatevi pure la nevicata ad agosto e le caprette che fanno ciao, adesso.

seconda notizia. Lo spyder o calibratore dei colori è arrivato e ci ha una scatola bellissima, ma fa dei colori urendi. Saranno pure quelli giusti ma sono urendi, tutti gialli e scuri. Quindi, assoltamente fuor di metafora, che vi andate mai a pensare: noi preferiamo dei colori finti ma belli o dei colori veri ma brutti? Il risultato per ora è che sto seriamente pensando di avviarmi a ingrassare (e mai verbo fu più appropriato) le fila degli utenti mec. Vergogna.

terza notizia. Sto sputando sangue a fare il sito. Quindi, se tu, anima bella amante di Flash fossi desiderosa di fare del bene all’umanità, nonché disoccupata a sufficienza per lunghe dissertazioni spaccapalle sull’intensità del #cccccc rispetto al #bbbbbb fatti viva che poi patteggiamo il premio.

quarta notizia. Ho al fin capito di avere una posizione preoccupantemente incostante sul cioccolato: alterno bianco, kinder, latte, fondente 90% senza nessun rigore scientifico. Mi sento un po’ come quelli che ‘che musica ti piace’ ‘un po’ tutto’: vergogna, molta vergogna.

quinta notizia. Io ho questa, e voi no, pappappero.



ah bè.
6 aprile 2009, 21:21
Filed under: mai piu senza
Ancora cantiere, un altro, delle sveglie alle sette che non commento e dei coccetti che non commento.
Io il terremoto non l’ho sentito e un po’ mi sento in colpa per questo.
E poi dico: già ci hai avuto il terremoto, è anche il caso di infierire con p0rtaap0rta e con ‘quanto dolore hai provato a vedere tua figlia morire’?
Ma che cazzo.
Per la categoria ‘la mia vita violenta’, ho comprato da ikea un pelacarote nuovo e mi ci sono tagliata per tre volte in due settimane, che, volendo essere precisi, sono le tre volte che l’ho usato. Quindi, o ci ha una lama che fa paura o io ho perso quel mio skill di pelare le carote che mi rendeva così appetibile per l’universo mondo.
Per la categoria ‘queen of nerds’ da qualche ora sono la proprietaria di un oggetto per calibrare i colori del monitor, non so bene cosa faccia ma ho seguito l’asta cardiopalma sputacchiando e tenendo la mano al gatto (che perde molto pelo, al momento, incisa invisa) e ovviamente inveendo in ogni modo contro tutti gli altri offerenti.
Quindi ora sono molto stressata e vado a letto, ciao.