ma anche no


september morn
28 settembre 2008, 22:49
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

(Perché io vorrei anche scrivere, ma il problema è che poi mi rileggo e mi viene mal di pancia)
Grandi notizie.
Prima grandissima notizia è che il mio orgoglio nerd ha raggiunto delle vette insospettabili grazie all’installazione di una scheda di rete usb fuori dalla finestra che mi permette di sugare la rete di qualche gentil signore che abita nei paraggi. Allora uno dice ma laclauz, tirali fuori ‘sti du neuri per la rete, che pulciara che sei, e allora io dico che la situazione è un poco strana adesso perché da quando sono tornata me ne dovevo andare da questa casa da un momento all’altro e quindi non era il caso, ora invece è più l’altro momento che l’uno momento, però mi sono ormai affezionata alla situazione e così.
Ora brilla una luce blu fuori dalla finestra e io potrei tornare a chattare tutta la notte e un po’ di più con l’imprevedibile da sotto il piumino, quelli sì che erano tempi. Be’, ora sono altri tempi, comunque, anche se sempre tempi di piumino e son soddisfazioni comunque.
Poi magari vi spiego anche il complesso meccanismo di cavi usb e scotch e stecche di legno che mi ha portato ad ottenere tutto questo, ma anche no, eh, però ogni volta che vedo l’accrocco penso ah come sono contenta fammi un po’ cercare la sindrome di Gilbert su wikipedia (per tutti quelli che google manderà qui con prognosi e terapia per la sindrome di Gilbert, allora, facciamo subito: non c’è terapia, non è grave, solo non ve dovete da ‘mbriacà troppo) e insomma bene, ecco.

Seconda grande notizia è che ora me ne torno nella città dei perizomi scacciapensieri e sono contenta perché ritroverò un po’ tutte le cose che ho lasciato lì, tipo la nebbia e l’umido, tipo. Io a Mantova ci ho dei problemi grossi con la colazione, per esempio. Perché io non bevo il caffè e con un cornetto ci faccio la birra, ma i cornflakes col latte non ce li hanno al bar e allora grandi difficoltà, tipo di solito compro mezzo litro di latte e lo metto fuori dalla finestra ma poi delle volte cade di sotto e allora problema di nuovo. Forse però questa volta cambiamo albergo e magari ci ha il balcone.

Poi mi sa basta grandi notizie. Ho di nuovo fatto il pieno di ospedali, questo fine settimana, questa volta ho fatto anche il numero a me caro dello svenimento e quando sono rinvenuta come da copione mi hanno chiesto se ero incinta. Dico. Non sono incinta, mi fanno impressione gli aghi, vabbene? C’è una a cui fanno paura i bottoni, ci avrò diritto io a svenire senza essere incinta? Ma cazzo. Sì, figurati, carina, ci hai pure diritto, però magari non fare la splendida dicendo “ah guarda te lo mettono in flebo mica ti fanno l’iniezione, sei proprio l’ultimo, puà” perché poi gli infermieri ci hanno pure diritto a prenderti per il culo. E vabbe’.
La cosa carina dell’ospedale di venerdì (un ospedale in culo al mondo che più non si può immaginare, poi invece si è conquistato il sangiacomo occupato che fa molto liceo, striscioni e canne inclusi) è che il cicciobuffo malato ha detto agli astanti della sala d’attesa:
– Quando arriva claudia ditele che mi portano in chirurgia.
– Chi è claudia?
– E’ una alta così e carina.
Cicciobuffo mi vede una alta così e carina. Capito?
Comunque mi hanno riconosciuto gli astanti.
Forse perché siamo arrivati solo io e un barbone molto molto alto.

Comunque.
E’ un periodo di grande positività, nonostante tutto. Mi sento abbastanza zen riguardo al futuro anche se non ne ho nessun motivo. Forse sono diventata una persona migliore, chi può dirlo, però per esempio settembre quest’anno non mi ha generato meteoropatici istinti suicidi come al solito. In compenso ho comprato un nuovo paio di calzini a righe. Famo pari?
Poi faccio le foto, ‘e quando faccio foto è diverso. E’ come se il tempo che ho si dilatasse e si riempisse. E mi addormento meglio'(cit).
A casa tutti bene, lavoro bene, forse faccio un’altra imbarazzante mostra di foto, se ai tipi non farà schifo la roba che gli porterò.
Libri bene, pensavo che forse dovrei aprire un account su quella community dove tutti dicono i libri che hanno letto, solo per il gusto di dire che ilgiovane0lden mi ha fatto schifo e fare incazzare tutti. Dicevamo? Che sei molto zen, adesso. Ah sì.
Il fatto è che poi andrei subito a rotella perché vorrei metterci tutto e non mi ricorderei tutto e poi vorrei metterli in ordine di colore e sicuro non si può.
Forse però lo faccio lo stesso.
Vediamo.

Intanto, dicevo, è tempo di camomille molto calde e poche ore per dormire e domeniche sotto il piumino e capelli lunghi e marmellata che si appiccica e robe strumentali dei radiodept o dei belleesebastiàn e gatti e sciarpe e di nuovo la sesta serie di friends rigorosamente in inglese ma coi sottotitoli.
Nonché di farmi tutti, ma proprio tutti, i cazzi vostri, con tutta la rete che ci ho adesso, mpf.

Annunci

15 commenti so far
Lascia un commento

Di quale lacrime e di quale sangue grondi questo post lorisignori non ci hanno idea.
Tipo prima niente post.
Poi due post, ma pieni di refusi ineditabili.
Poi non ero autorizzata a leggere i (miei) commenti.
Poi niente (miei) commenti.
Ora è passata un’ora e fanno finta che vada tutto normale.
Porca zozza, splinder si riconferma il peggio luogo in circolazione.
Anche se per un attimo devo ammettere che ho pensato che aver dichiarato quella storia della rete avesse mobilitato delle forze dell’ordine che mi avevano oscurato il blog e che tra dieci minuti sarebbero giunti all’uscio.
Ma solo un attimo, eh.

Commento di laclauz

ossignore, dove siete tutti?

Commento di laclauz

sì sì vabbe’ state pure a contarvi i peli del naso, figurarsi se a me mi frega, eh, mpf.
Io, guarda, veramente mi rammarico di dover ricorrere ancora a questi mezzucci da giovanebloggher, io non lo so, non si ha più rispetto di niente qui.

Commento di laclauz

Io, per la cronaca, non mi sto a contare i peli del naso. Sto a studià (o studia’? Boh, chiedi a giugnor quando torna dal dottore).
oggi, però, non è cosa, mi annoio, allora son venuto a sentire l’oroscopo di Paolo Fox e a leggerti.
Adesso che la giornata è svoltata posso ricomettermi sul rito locatizio.

Saluti
Cc

Commento di CarCarlo1

Anch’io Il giovane Holden e pure Siddharta, ma siccome sono un po’ estrema e dico che mi hanno fatto veramente cagare, vengo sempre io mandata a. Vita dura.

Commento di pappinap

yea yea yea!
Fondiamo un gruppo “mi sta sul culo il giovane holden”?
Sì pure de siddharta se po fare decisamente a meno.

Tipo quando Michele Serra ha detto che era il suo libro preferito io ci sono rimasta di un male ma di un male, ma di un male che ancora ci rimango male se ci penso.

Comunque.
Quanto mi irrita il tappo nuovo della levissima che quando lo apro mi schizza l’acqua in faccia?
Quanto il giovane holden, eh.

Ah poi volevo pubblicamente picchiare eddiemac per avermi consigliato la versione di barney che io dopo quaranta pagine dicendo ora andrà meglio ora andrà meglio mi sono arresa.
(Non dovevo?
Il meglio veniva a pagina quarantuno?)

Commento di laclauz

.excursus.
A me piace molto il gelato e generalmente vado a fittonate. Mi ricordo che un periodo ho avuto zabaione, poi yogurt, poi variegato all’amarena. Adesso sono in fissa per la visciola di Giolitti. Allora di solito ci vado per pranzo e alla cassa c’è una signora bionda acida mentre oggi lo scontrino me l’ha fatto una signorona mora che quando sono uscita con il mio cono mi ha detto grazie e mi ha fatto un sorriso bello. Un sorriso tipo che si vedeva che capiva quanto ero contenta di mangiarmi il mio gelato. Allora quando succede questa cosa io sono molto felice, faccio dei pensieri stucchevoli sul mondo migliore, o forse sono solo molto contenta perché ho il gelato.

Commento di laclauz

Diobonino, che ho fatto.
Cercavo un tipo che stava all’università con me e sono finita su facebòòk, dove non si sa come sono venuti fuori uno a uno tutti i miei compagni del liceo.
Una roba che dire brividi è un eufemismo.
Allora, può benissimo essere che io abbia delle paranoie berlusconide da pazza, ma mi fa davvero davvero orrore che la gente possa trovarmi e farsi tutti i cazzi miei in questa maniera.
Ma soprattutto, quella gente. Madonna che brividi di raccapriccio.
Sono tanto tanto tanto contenta di non essere nella lista di amici di nessuno.
Anche perché, lo sappiamo, io odio tutti.

Ma.
Non so come dire.
Essere laclauz mi piace molto.
Non perché laclauz sia diversa da me, solo mi sembra che laclauz non abbia tutta della merda pregressa addosso, e scusa se è poco.
[Forse dovrei scegliermi un nome d’arte, tipo Prince. mmm. Forse Prince è un po’ da megalomane.]
Comunque.
Che brutta cosa il liceo, veramente brutta. L’unica cosa bella è che gli unici (due?) che sento ancora non siano su facebook.
Io ufficialmente odio facebook.

Comunque il mio amico dell’università ha scritto un trattato sul restauro e fa il pittore. Figo. Era uno molto vispo e quindi sarei contenta se questo facebook del cazzo non mi avesse messo addosso una nausea micidiale.

(Non si capisce niente di quello che ho scritto? E’ perché non stavate nel mio liceo, fidateve)

Commento di laclauz

“può benissimo essere che io abbia delle paranoie berlusconide da pazza, ma mi fa davvero davvero orrore che la gente possa trovarmi e farsi tutti i cazzi miei in questa maniera.
Ma soprattutto, quella gente [gente del liceo pure nel mio caso, ndT]. Madonna che brividi di raccapriccio.”

uguale. u g u a l e.

e pure a me piace essere tazzina, per lo stesso motivo che hai spiegato tu.
e pure io odio (quasi) tutti (prima di tutti me stessa, ma questo è un altro discorso. forse).
e pure io odio facebook.
ed è per questo motivo che col cazzo che mi ci iscrivo.

Commento di Taz

ah, meno male, siamo in due con le paranoie berlusconide (beh, tre con silvione, a dirla tutta)
Allora tu dici (nessuno lo dice, occhei, io lo dico, ma via) laclauz ma che ti ha fatto così di brutto il liceo?
Ma niente, nel senso che non che fossi particolarmente sfigata o fuori dal giro (nonostante guardando quelle foto ci si chieda come fosse possibile) e probabilmente lì per lì se me lo avessi chiesto ti avrei detto che non stavo mica male.

Ma perché non sapevo che si potesse stare anche così come si sta adesso, dove per quanto possa essere faticoso e doloroso non sarà mai violento come nell’adolescenza, dove, porca paletta, è tutto una primavolta di rimanerci di merda e un fiorire di paranoie e complessi che lèvati.
L’adolescenza è il periodo più brutto della vita, secondo me, solo che per fortuna mentre sei adolescente non sai come sarà il resto e quindi tiri avanti tranquillo.

Poi, che a posteriori i miei compagni del liceo fossero un discreto numero di teste di cazzo questo secondo me è anche altamente probabile.

Scusa laclauz ma a me mi sembra che tu sia sfigata adesso, che scrivi su un blogo alle due di notte.
E’ questo il bello: che adesso non mi importa più.

(laclauz, una persona veramente ma veramente equilibrata, ah!)

Commento di laclauz

Dio dio, il liceo puah, bleach, DIMENTICHIAMO.
Non tornerei indietro manco per un giorno, manco se mi pagassero, manco se.
Io l’ultimo anno, che comunque avevo già il moroso, ero già bellina e senza brufoli, mi vestivo già in un certo modo e soprattutto avevo ormai SMESSO di mettermi i maglioni di mia madre per nascondere il culo grosso… ebbene, l’ultimo anno giuato per lasciare un mio ricordo avevo fatto un volo dalle scale davanti a tutta la scuola che in paese ridono ancora adesso.
Dio dio.

Commento di settemesiemezzo

E comunque, anche se prima di compiere i 30 anni ho fatto una mezza crisi esistenziale perchè ahimè ormai sono vecchia e oddio sono negli -anta e oddio perchè il tempo passa così in fretta e in fondo cos’ho concluso mai nella mia vita finora, ebbene io mi piaccio mille volte più oggi di allora. Pacifico.
Evviva gli anni che passano (…sì.)

Commento di settemesiemezzo

Quarta paranoica.
E vafancuuuulo quelli che parlano solo di Feisbuc, mi sembrano regrediti all’asilo nido, altro che liceo. “Vuoi diventare mio amico? Bella foto!!!!! Ti iscrivi al mio gruppo? Mi regali la tua merendina?”
Tanto amore invece la mia amichetta del cuore che ieri dopo una cenetta insieme (in cui abbiamo anche sputtanato un po’ feisbuc) mi ha scritto un sms in cui diceva qualcosa tipo “che meraviglia essere amiche guardandoci negli occhi”. Insomma, sì, avrei anche un mio blog dove raccontare le mie cose, ma non c’ho tempo per un post e così commento qui.
(Maddio, a presto neh?)

Commento di cantoediscanto

quasi dimenticavo: meteoropatici, non metereopatici.

Commento di cantoediscanto

mi hai fatto ricordare che anche io sono su facebook.
che languo lì sorridendo da un anno. ma tanto non mi ricordo nenache la pw.

però a me piacerebbe sapere che fine hanno fatto i miei compagni del ginnasio, boh.

Commento di cinas




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...