ma anche no


esercizi di stile -la vergogna delle scarpe nuove-
15 aprile 2008, 12:19
Filed under: mai piu senza

[passato]
Ieri sono andata da un mio amico a portagli delle robe per via del fatto che io sono un architetto e tutti mi chiedono dove possono mettere il letto e io dico mah boh a sinistra e tutti dicono ah che bravo architetto che sei ci volevi proprio. Allora questo mio amico mi ha detto eh vieni che ti invito a cena solo che poi non c’era niente da mangiare allora abbiamo mangiato il filadelfia che erano un sacco di anni che non mangiavo il filadelfia a parte nell’icaro all’autogrill e io ho pensato che se lui mi dava solo il filadelfia io ero più tranquilla, che potevo essere anche un architetto così così.

[architetto]
Poi delle volte sembra che io me la tiro con questa cosa che sono un architetto ma invece non è vero niente perché una volta io ho visto che sul computer del mio amico paolo c’è una telecamerina e allora volevo fare un videopost come le blogstar però non riuscivo a dire niente, che mi agitavo di questa telecamerina, allora ho pensato che io l’unica cosa inopinabile che posso dire di me è che sono un architetto e questo è vero perché ci ho anche il numero d’ordine, degli architetti.

[canzone]
Allora poi io e paolo abbiamo fatto un video che cantavamo quella canzone di latte e i suoi derivati che parla di una sorda e del suo fidanzato che la ama lo stesso però ci siamo sbagliati e non è venuto niente perché ancora non siamo molto bravi con questa telecamerina. Ci piacciono molto queste canzoni, a me e a paolo. Specie una che parla di una ventosa sudata che salta.

[miele]
Io volevo fare un video dove mi leccavo il miele ma poi non ci avevamo il miele allora ho provato a leccare la crema di pinoli però era solida e non veniva. Sembrava un sapone. Allora poi niente.

[dicevo]
Che poi questa stanza del mio amico allora. Io gli avevo portato delle foto grandissime e pensavo che poi le avremmo appese ma lui non ci aveva la colla allora ho detto prendiamo le puntine ma lui non ci aveva le puntine allora ho detto prendiamo lo lo scotch ma lui non ci aveva lo scotch allora ho detto andiamo a mangiare dell’altro filadelfia.

[presente]
Ci sono dei giorni che poi piove pure e io penso che posso di nuovo dire governo ladro ma non è tanto una soddisfazione, penso dopo.

Annunci

29 commenti so far
Lascia un commento

massì, per ora va così.
Il bello del blog è che posso fare come mi pare.
E voi non ci potete fare niente, mpf.

Commento di laclauz

sì, però gli accenti sono importanti, gli apostrofi uguale, e poi l’unica cosa di cui sei sicura la scrivi sbagliata.

Commento di cantoediscanto

oddio, vuol dire che ho fatto una figura di merda da dieci e lode?
Sono usa in effetti, di solito faccio tutta la saputella e poi scrivo ho senz’acca.
E’ l’analfabetismo di ritorno, è.
Ora guardo bene bene.

Commento di laclauz

comunque voglio fare un precisazione paracula:
a me dà fastidio solo che si scriva un po’ con l’accento, in realtà.
Il resto bon, era per una vecchia diatriba di pronunce con la cricca, era un po’ per ridere anche se non fa ridere perché la cricca non c’è più.

Commento di laclauz

toh, pure io stanotte dato che non riuscivo a dormire pensavo che gli accenti sono importanti, ché io sono un po’ fissata con gli accenti, ché secondo me è importante pure che siano quelli giusti, cioè “perché” si scrive con l’accento acuto, “è” con l’accento grave, ecchecca’, però in effetti io sono un po’ esagerata, un po’ tanto, mi sa.
maccomunque po’ invece è importantissimo, io quando leggo pò mi vengono i brividi, mi vengono.
poi ci stanno quelli che scrivono fà e dò e quì e stò e pure quello è tanto grave, secondo me.
ma io non sto tanto bene, comunque, questo mi pare evidente.

Commento di Taz

ma no, si voleva solo fare la gne gne. :)

Scrivo cagate immani, però mai “pò” e “qual’è” e quindi mi vanto moltissimo e ho pensato “ma quindi nessuno può affermare che non sia un archietto?
oddio, magari volevi proprio scrivere “archietto”.

Commento di cantoediscanto

no, mi sa che cantoediscanto si riferisce a “archietto”, niente di grave, insomma, puoi tranquillizzarti

Commento di Taz

taz, io rabbrividisco uguale. Sorvolo sui “perchè” perché per la “e” con l’accento acuto bisogna schiacciare un tastino insieme alla “e” (almeno sulla mia tastiera), e capisco che a volte costi fatica, ma gli altri che hai citato, insieme a “sù”, “quà” e chissà quanti mi danno proprio fastidio.
Anche perché ci si chiederà cosa sono tutti quei segnetti rossi sotto le parole, no?

Commento di cantoediscanto

ahah, ero così imparanoiata a rileggere che mica leggevo i titoli :/
in realtà archietto ci starebbe bene, nel mio caso.
Ora corro a correggere, ma rimanga ai posteri che ho scritto archietto, sia mai! ;)

Il fatto è che io faccio un sacco ma proprio un zacco un zacco di refusi.
Tranne per spengere, quello lo dico proprio così.

Taz, qui c’è la tipa che si occupa delle cose lì, le statue che scrive sempre (giuro) “stò organizzando i prestiti ma è un pò complicato” e a me prudono le mani specie per quel dottoressa con cui si firma. Gesù.
Perché con l’accento acuto, è giusto, anche io, però è pronuncia, praticamente, non ortografia e poi c’è anche da dire che nello scritto normale, cioè a penna, effettivamente non si fa differenza, quindi vale la regola d’oro: niente mi fa prudere le mani come po’.

Comunque quel sito lì dell’accademia della crusca è davvero da perderci il sonno.
A me le parole piacciono un sacco.

Commento di laclauz

comunque voglio dire anche che punto cinque e poi che io tazzona la ringrazio sempre perché mi ha insegnato come si scrive groupie :)

Commento di laclauz

a me il post che hai linkato è piaciuto assai, ma proprio tanto, però non l’ho scritto lì perché era vecchio e magari non l’avresti mai saputo (che mi è piaciuto assai, ecc. ecc.)

Se ti dico che ho fatto la correttrice di bozze peddavero e che la faccio anche un po’ adesso posso ambire al terzo posto?

Commento di cantoediscanto

canto del mio cuore, vuoi dire forse che non hai letto tutti i cinque salienti punti in basso a sinistra che costituiscono lo zibaldone di “ma ti amo al punto che se tu fossi un’altra io ti amerei lo stesso, anzi di più”?
son basita.

Commento di laclauz

great shot

Commento di junior

ne avevo letti solo 3, poi questioni lavorative di vitale importanza mi avevano obbligato a staccarmicivisitifi, devi credermi!
Non so come sia potuto succedere, ma non sono mai tornata a leggere gli altri 2. Sono una persona schifosa.

Commento di cantoediscanto

laclauz, c’hai ragione, c’hai: i dettagli sono tutto (te lo dice una il cui gruppo preferito si chiama dEUS, scritto esattamente cosi’). E le parole bisogna amarle, “Chi parla male pensa male e vive male”. Perdonate i miei accenti apostrofati: maledetta tastiera anglofona. Love.

Commento di ranji

Anna fiore d’inverno
Anna senza spine
Anna nuvola bianca che all’alba sparirà
Anna senza rincorsa
Anna fabbrica di viti
Anna che apre la borsa e ci trova la realtà
Un giorno le chiesi se il mare era nero
Se la luna è un martello che batte sulla mia città
Le chiesi se il vento soffia nel suo cuore
Se l’uccello di vetro nel buio apparirà
Lei rispose:
“Che hai detto?”

Gianni grandi occhi che guardano a sud-ovest
Dove i fiori d’autunno, sfiorano la seta
Gianni senza indumenti
Gianni grande capo
Gianni che guarda i cespugli e arriva alla sua meta
Un giorno gli chiesi, se la brezza del mattino
incrocia il dolore di questa mia città
Gli chiesi se il mondo gira intornemente
se la grande collina, ancora crescerà
Lui rispose:
“Collina de che?”

E io adesso cammino tra gli alberi africani
Sfiorando il destino, che suona la campana
I soldatini di piombo marciano in cucina
e la stella cometa brilla a Copacabana
E i segnali di fumo sono solo tubature
che ti stringono l’aglio come fossero zanzare
e il miele di carta gioca in cartolina
e la ventosa sudata continua a saltellare

la notte è un’elicottero rosa
la pajata vibra nel sole

(A me piace specie anna fabbrica di viti,
anna che apre la borsa e ci trova la realtà
ma molto anche gli occhi che guardano a sud ovest)

Commento di laclauz

laclauz è cretina
però quando scrive un post a copacabana brillano le stelle

Commento di junior

ahah, la mia canzone preferita di tutti i tempi [ma pure figlio mio non è male, per quanto anche the pescator, eh. occhei, la smetto (io comunque le conosco tutte, credi debba vantarmene?)]
comunque, il sito dell’accademia della crusca, io lo consulto ogni volta che ci ho un dubbio sull’itagliano (quindi spesso)

Commento di Taz

io non so come sono arrivato qui, però questo pezzo è bellissimo, specie quando parla di una ventosa sudata che salta, ma anche il resto

Commento di 8e49

io non ho mai sentito nessuna loro canzone, però mi scarico i podcast di 610 e in treno rido come una deficiente.
Vale per dire la mia o per una volta potevo anche fare a meno?

Commento di cantoediscanto

ahah, ero così imparanoiata a rileggere che mica leggevo i titoli :/

filadalfia.

così, tanto per mortificarti

Commento di junior

gesù che vergogna.
capite adesso perché nessuno dovrebbe assumermi per fare assolutamente nessun lavoro?
Non millanto mica.

canto cara, comunque sì, ti prego, fammi da correttore di bozze che quei due cialtroni sono assolutamente inaffidabili.
Poi ti mando la canzone che per amor di cronaca si chiama d’amore e nel vento, mi pare.

Sono contenta di avere un pubblico colto, io.

Commento di laclauz

a me è un periodo che mi sembra che mi rubino tutto.
[anche le cose di internet]

(un periodo lungo, comunque)

Commento di laclauz

come si fa a rubare le cose di internet?

(sì sì, voglio la canzone!)

Commento di cantoediscanto

dammi una mail e te la mando.
le cose di internet che si rubano sono quelle che tu non puoi dire mi hanno toccato le robe mie perché le robe di internet non sono reali.
Non si capisce ‘na sega, lo so.

Commento di laclauz

dammi una mail e te la mando.
le cose di internet che si rubano sono quelle che tu non puoi dire mi hanno toccato le robe mie perché le robe di internet non sono reali.
Non si capisce ‘na sega, lo so.

Commento di laclauz

se ti rubano una foto è un furto reale! oppure possono rubare le idee e le parole. ecco, forse intendevi quello.

nel privé troverai l’immé.
(correttrice di bozze e poetessa, sono sprecata per questa società.)

Commento di cantoediscanto

alla clauz una volta hanno rubato i piedi e li hanno messi su un sito porno. poi la clauz ha chiesto *gentilmente* di rimuoverli e la tipa ci ha messo una foto di piedi che puzzavano.

la mia frase preferita di tutta la vita davanti è quando sabrina ferilli dice alle ragazze in pausa sigaretta: andiamo a produrre!

Commento di Vertigoz

vertie, era male?

Commento di laclauz




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...