ma anche no


perché è la tonaca che fa il frate
27 marzo 2008, 01:16
Filed under: bll bb bll parlaci di lei
Vabbe’, abbiamo montato le robe, sono tutti contenti, evviva.
Solo che.
Venerdì si inaugura e io non ci ho uno straccio di cappotto, ma solo la giacca verde militare, sotto cui per carità, porterò un vestito bellizzimo, ma ho come l’impressione che non saremo all’altezza, io e Vestito, se accompagnati dalla giacca militare.
E dire che se avessi avuto bisogno di un tanga scacciapensieri non averi avuto alcun problema a procurarmelo, a soli tre metri dall’ingresso.

Dico, son qui da quindici giorni, chi poteva ricordarsi allora del cappotto e della borsetta e del golfino?
(tipo, io, per esempio)
Io mi sentivo già figa che avevo preso le calze.
Cioè: una previdente, una saggia, donna in ogni occasione, padrona del mio tempo, con i salvaslip in bustina decorata nella borsetta.
Invece no.
Sono la solita cretina.
Ho un vestito senza maniche e fa un freddo becco, ho una borsa di tela e una giacca verde militare. Col cappuccio. Con un picciòlo sopra il cappuccio che paio memole.
Temo di dover prendere atto del fatto che indicare compulsivamente le calze gracchiando a destra e a manca ho le calze! me le sono ricordate! sono padrona del mio tempo eccetera possa non funzionare.

Come se non bastasse gli alti papaveri mi hanno prenotato a mia insaputa un biglietto per il teatro di chissà che cosa. Già mi vedo, guarda: una schiera di gente con le mutande inamidate e i calzini stirati che usa parole come ageminazione e oinochoe ad ogni piè sospinto e io con la mia giacca verde da i miei secondi quindici anni che cerco di passare inosservata e come minimo mi squilla il telefono durante l’assolo del coro greco nel compianto funebre di sarpedonte.
Che poi il fatto di non sapere che si va a vedere basterebbe ad agitarmi di per sé.
Sarà sicuramente una trasposizione di una piece famosissima e tutti saranno a dissertare sul dimorfismo sinottico dei nuovi artisti bielorussi, mentre io cercherò di fare la faccia intelligente che dicono mi venga uguale uguale a quella di chi ha appena inghiottito un limone.

Allora, io stolta, ho detto la cosa del cappotto mancante alla mia saggia madre, sperando in un rassicurante, chessò: “che sarà mai, l’abito non fa il monaco”.
Invece hanno dovuto portarle i sali, alla notizia.
No eh, senza cappotto guarda proprio non se ne parla, tanto vale restare in albergo.
La cosa migliore che tu possa fare è fermare qualche ragazzotta locale e chiederle in prestito un cappotto, perché nessuna umiliazione sarà mai peggio di una giacca verde.
Già mi vedo, in corso rinascimento a fermare le macchine e spiegargli la storia della donna padrona del suo tempo.
Aiuto.
Annunci

43 commenti so far
Lascia un commento

signorina canto,ora che ci penso, tu vivi a mantova e dopo aver letto questa cosa ti sarai mossa a commozione.
Ora.
Non sei una taglia 38, vero?

(ma tu guarda se deve aver ragione mia madre, io non lo so)

Commento di laclauz

no, guarda, il cappotto è essenziale per un’inaugurazione.
una volta, a un’inaugurazione, c’era una ragazza senza cappotto, e sono morti tutti.
comunque le soluzioni sono:
a. spendi tutti i tuoi averi per un nuovo cappotto (mi sembra geniale, eh. uno che lavora a fare se non per comprarsi un cappotto per l’inaugurazione?)
b. stordisci una passante a caso e le rubi il cappotto (salvo finire nella cronaca locale in caso il furto non riesca)
c. vai nuda (qui nella cronaca locale ci finisci sicuro. però vuoi mettere la notorietà?)
d. torni a casa a prendere il cappotto (nel mentre ti dovresti scordare le calze, però)

comunque una volta che avrai un cappotto ci saranno 42 gradi all’ombra.

(però la giacca verde ti sta un sacco bene, secondo me)

Commento di eddiemac

Ma come non lo sai che i VIP si presentano alle occasioni mondane con abiti estivi e indossando i sandali SENZA CALZE anche di inverno?? Io proporrei di presentarti con vestitino e riutilizzare il resto (ehm, calze) trasformandolo in un grazioso coprispalle improvvisato… tagliuzando qua e là….. E per il cappotto, sappi che solo le vere donne sanno patire il freddo con disinvotura! Ti ho rassicurato? No eh?

Commento di Atavica

la mia teoria è che indossando un tanga nessuno noterà che non disponi di un cappotto
l’importante è che ci sia l’effigie di paperino, o la scritta enjoy.

Commento di junior

Certo che mi sono commossa. Sono a volte una 38 ma più che altro una 40. E ho un cappotto taglia S che secondo me (dalla beltà che esprimi in foto) ti va bene, sempre che tu non sia alta 180 cm (in tal caso ti arriverebbe al perizoma).
E’ domani sera l’inaugurazione?

Commento di cantoediscanto

Ma l’effigie di Paperino deve stare davanti o dietro?
E la scritta “enjoy”?

Secondo me son cose importanti.

Commento di Darknez

Se vieni al solito casello di reggiolorolo ti porgo qualcosa di taglia 44 entro stasera. Il mio fidanzato mi uccidera’ per aver rovinato la nostra serata, ma so che e’ per una buona causa. Oppure ti do il numero di telefono della mia amica mantovana, tettuta e sulla 44 anch’essa. [Mi cale a tal punto che mentre io ti scrivo i miei capi stanno scarabocchiando una lavagna e io con aria finto-consapevole (il limone, appunto) lancio loro sguardi e disserto di cappotti.]

Commento di ranji

Tutti i commentucoli mi hanno fatto ridere: gudfelloz.
Grazie a tutti, specie alla signorina canto che se sopravvivo incontrerò tra breve e cercheremo di ficcare il mio prominente seno in una 40.
Ii tanga ci ha scritto enjoy sul davanti di solito, perché dietro c’è il filo interdentale e non c’è posto se non in braille.
Il tanga con paperino invece ce l’ha solo valentina, non so dove sia ubicato.

Le opere di RC arrivano stasera alle 20.30, si salta il teatro figaccione ma in compenso ci si fa il culo fino a mezzanotte. In giacca verde, però.
(che eddie io ora non so se tu l’abbia mai vista però è figa parecchio, la giacca verde)

ciao amici, vi chiero.

Commento di laclauz

paperino è sul davanti, ça va sans dire

Commento di junior

aggionamento!
ho un cappotto bellizzimo!
E come se non bastasse la signorina canto oltre ad essere una fanciulla gentile e con la macchina stipata di cappotti e anche bellizzima.
Però questo non gliel’ho detto perché mi sono intimidita.
Che poi c’era ben altro da intimidirsi perché facevamo questo cappotto show in mezzo alla strada e mancavano solo le vecchine che si affacciano per dire la loro.
Ma invece è stato figo.
Io sto iniziando a pensare seriamente che tutte le cose fighe che mi sono successe negli ultimi anni sono successe grazie al blog.
Come si suol dire, dimmi cazzo.

Ma vedeste che belloccio il cappottazzo, quasi come signorina canto, a cui chiaramente va la mia riconoscenza perpetua :)

Commento di laclauz

sì vabbe’, però adesso vogliamo sapere com’è, ‘sto cappotto.
(cioè, io mi sono loggata apposta per scrivere questo commento, è proprio vero, sa’, la curiosità è femmina. e i negri hanno tutti il ritmo nel sangue. e pippo baudo è un professionista, già)
(comunque, in un uomo io guardo principalmente le mano)
(vado)

taz

Commento di Taz

taz in un uomo gli occhi, le mani e – risatina – il sedere, da che mondo e mondo.
(credo che fosse proprio signorina canto, tra l’altro, la citazionista)
Allora, ci hai ragione.
La nostra session di cappotti per strada (cappotti tutti elegantemente appesi a stampelline e senza un pelucchio, che ve lo dico a fare: è una signorina, decisamente:) prevedeva:
1. cappotto nero con la vita molto alta e una cinturona con fibbiona che detto così pare un accessorio trash di dolce e gabbana, a invece aveva il suo perché, fidati.

2. cappotto grigio che stava benissimo anche coi jeans e il cui unico aggettivo possibile è fichissimo, ma ci si chiedeva, abbastanza elegante per un vestito nero?

3.cappotto panna, molto stiloso. Lì per lì cappotto panna sembra una roba da principessa carolina, a invece facevo la mia figura.
Solo che Vestito ci ha gli inserti bianchi neve levissima, e quindi.

Siamo state lungamente in ambasce, causa una comune deficienza di capacità decisionale, speravamo molto si affacciasse la vecchia, anzi, più d’una.
Io poi vabbe’, mi vedevo nello sportello della macchina, quindi, guardavo le facce della canto, più che altro.

Insomma alla fine ho preso il cappotto grigio perché francesca mi ha prestato un golfino grigio e quindi, ma soprattutto perché è bellissimo e lo farò mio, ah!

Commento di laclauz

ora mi sono vieppiù incuriosita. urge foto di laclauz incappottata. no, eh?

Commento di Taz

Solo ora leggo questi popò di aggiornamenti, e che dire? Che ero al corrente di tutto perché c’ero, però mica sapevo che laclauz aveva scritto queste cose bellizzime su di me (ci siamo innamorate l’una dell’altra, e allora? gelosi?)e -checcazzo- sui miei cappotti.

Ti ringrazio per la precisazione “no dolce e gabbana” però devo dire che la storia del “no pelucchio” non è del tutto vera, ma sei stata gentile a non far notare che ci sono capelli e pezzi di sciarpa sparsi ovunque.
Laclauz era fighissima con tutti e 3 i modelli e i cercatori di parcheggio che pongavano quello occupato dalla mia macchina e dalla modella lanciavano occhiate eloquenti, del tipo “sì, però la borsa di tela ‘nzomma…” :)

Commento di cantoediscanto

Meglio:
“però mica sapevo che laclauz avesse scritto eccetera eccetera”
Con tutto quello che mi hanno fatto studiare, almeno azzeccare i congiuntivi…

Commento di cantoediscanto

Perdona l’intrusione… ti segnalo un’iniziativa di cittadini della Rete che hanno scritto una lettera aperta a politici, istituzioni e media, con lo scopo di richiamare l’attenzione verso quelli che dovrebbero essere i principali obiettivi di una politica civile, etica e basata sul bene comune.
Domani, 2 aprile 2008, pubblicheremo la lettera congiuntamente sui nostri
blog. Se vuoi partecipare, vieni sul blog a prelevare il testo: Blog Action

Commento di poesianotturna

ciao tutti, ho visto il film di virzì e ne ho pensato tutto il bene possibile anche se ho pianto tipo sei volte ma quello è perché sono in SPM e ho pianto pure leggendo sull’angolo adozioni di Primissima che il gatto frido ha perso una zampetta e momenti pure alla notizia che a una ragazza di non è la rai è venuto un aneurisma cerebrale.
Vabbe’, ma a parte questo, il film è bello e terribile.
La voce fuori campo forse è un po’ fuori luogo, e il finale, per quanto non fiabesco, è un po’ troppo tenerone e quindi forse un po’ così.
Per il resto, far sia piangere che ridere, è il massimo che io possa chiedere a un film.
Virzì si conferma in top ten, per quanto gli amici del vertie dicano che sia viscido.
Poi la protagonista è proprio bellina, ma non quel bella lì delle strappe, quel bella lì delle persone fighe: secondo me è stata scelta benissimo.
La Ferilli, incedibile, è un’attrice.
Ma brava, eh.
Vabbe’, ho scritto.
Torno agli HDR.

Commento di laclauz

la ferilli, qualche giorno fa, aveva detto che se la roma avesse vinto la ciempionz ci avrebbe fatto vedere qualcosa di rilevante.
detto che di cose rilevanti, in senso lato, na ha parecchie, secondo me ha portato un po’ sfiga.

Commento di junior

e commentate, stronzi!

Commento di junior

ma per qualcosa di rilevante intendi gli orribili piedi?
Secondo me la ferilli è na cozza, ecco, l’ho detto.

Commento di laclauz

in senso lato.
alcune cose sono rilevanti in senso negativo, come quei suoi piedacci o quella sua attitudine a dire cose che prima di roma manchester non andrebbero dette.
ma per correttezza, occorre precisare pur senza scendere in dettagli, che le cose rilevanti in senso positivo superano quelle rilevanti in senso negativo.

Commento di junior

pure secondo me la ferilli è un cesso. può piacere solo ai maschi (ringraziando iddio non a tutti), ecco.
(ma sono così brutti ‘sti piedi? io non li ho mai visti. mo mi toccherà cercare su gugol “piedi ferilli”, non posso farne a meno)

Commento di Taz

taz, hai presente che adesso la sabbri nazionale fa una pubblicità di dei vestiti trash con delle foto ammicca ammicca? ecco, in una di quelle foto -largo di torre argentina, poi se vuoi vado a vedere bene il negozio- ci ha i sandali e dei piedi ma dei piedi ma dei piedi che guarda, proprio io non lo so.

Commento di laclauz

ma tipo questi piedi qua?
(trovata su un sito chiamato “piedi iitaliani”, eh. no, dico)

Commento di Taz

acci taz, mi apre un sito dove mi chiede di mandare soldi in sudmarica.
Ora sono curiosissima, porcazozza, metti il jpg!

Commento di laclauz

me la ferilli proprio non mi piace, eh (al di là del fatto che dice cose prima di roma – manchester che neanche brivio magni patruno e svampa).
però adesso il .jpg lo voglio vedere pure io (che soldi non ne ho per me, figurati se li mando in sudamerica)

(ah, la giacca verde l’avevo vista, eh, parlavo con cognizione di causa (per quanto possa farlo io, intendo))

Commento di eddiemac

ma davvero si apre ‘sto sito del sudamerica? ma dimme te.
vabbe’, la foto è questa

(è un po’ grandina, mi sa, eh)
(nelle altre i piedi si vedevano poco, diciamo che erano messe in risalto altre parti del corpo, ecco)

Commento di Taz

se disturba, cancella pure il commento, eh

Commento di Taz

mh, ho come l’impressione che non si veda.
riprovo, va’

Commento di Taz

(io l’ho vista, eh)

Commento di eddiemac

signor mozzo, io non vedo gnente, diomio miodio

Commento di laclauz

(tasto destro e visualizza immagine. una sicurezza. a volte)

Commento di eddiemac

oddio eddie, mi hai aperto un mondo!
Sì, in questa si vede che porta 46 di piede, ma quella in cui si vede quanto sono brutti è un’altra.
Una nuova.

Commento di laclauz

eccola A questa dimensione piedi non si vedono bene ma gli intenditori possono chiaramente intuire una deformità.

Commento di laclauz

L’ho già detto che secondo me Pulsatilla scrive benissimo?
Eh, lo ridico, allora.
Questo post è la cosa migliore che mi sia capitata oggi, ed è vero che ho avuto una giornata di merda, ancora lunghissima per altro, però è stato uno di quei casi in cui un blogo ti è utile.
A me il blogo mi ha trovato due lavori e un cappotto quindi direi che posso esserne soddisfatta, anche se poi per punizione mi hanno fatto conoscere junior.
Quindi direi che proprio non posso dire che il blogo sia inutile,
però ridere proprio ridere per un post non è una cosa da tutti i giorni.
Non è così facile farmi ridere, me.
(ridere regge l’accusativo, nota di mia nonna)

Commento di laclauz

Che bello prestarsi i vestiti!Io il 3 maggio ho un matrimonio piuttosto elegante,in Veneto.Che tempo fa in Veneto il 3 maggio? Porto la 44 ma c’ho le tette abbondanti,:)!Pure per me la Ferilli non è niente di che parecchio messa su dal trucco e dal parrocco…La Alena Seredova ha dei bei piedi…

Commento di alessiac

Il finale del film, dai, è irreale e pieno di coincidenze tenerone, in compenso rido ancora per “l’urologo mi ha detto di non trattenerla” e ho riso e pianto anch’io una decina di volte pur non essendo in SPM.

La protagonista è fighissima e bravissima, volevo essere lei.
Ecco, dovevo fare la critica dei cinema, altroché.

Commento di cantoediscanto

Le cose che hanno fatto più ridere me, sono:

1. quando tutte le telefoniste sono nella pausa sigaretta e parlano in super romano e dicono: “ma davero stava da euroscius? penza, se claudio non l’avesse notata, non sarebbe arivata dove è arivata… perché E’ ARIVATA”
ecco a me quell’ “è arivata” mi fa spisciare tuttora.

2. la ferilli che cazzia le telefoniste fallite e dice “io mi sono esposta per voi e se claudio non fosse la persona eccezionale che è, perché claudio è eccezionale”
coro telefoniste “sì sì eh eh”
ecco, anche questo io mi rotolo dalle risa.
Eh, sono un po’ così io.

3. io mi sono sentita oltremodo rappresentata dalla protagonista che ci piace quando balla nella prima scena. Ecco, a me se mi chiedono di ballare faccio esattamente quelle facce lì.

Poi ho pianto tanto quando la biondazza ha la crisi isterica e piange dicendo non siete gentili nessuno è gentile.
Io lo faccio spesso, eh, anche se non mi licenziano, non ho una figlia e non perdo l’autobus.
Tipo quando non ho il latte nel frigo, tipo.

Commento di laclauz

Io ridere anche quando:
1) la Ferili dice “me piscerebbe che vieni” (o qualcosa del genere),

2) Elio fa il venditore e si dà coraggio allo specchio, perché io odio i venditori e il loro modo di fare tutto denti e frasi fatte,

3) i balletti delle telefoniste e l’espressione della protagonista, molto a proprio agio.

4) compariva Ghini.

Io piangere anche quando:
1) bambina strabica dà il bacino al telefonino e anche quando dice “vibra, vibra!”

2) primo piano della bonazza bionda in macchina con i lacrimoni,

3) pianto liberatorio della protagonista nel finale (che lì proprio non volevo piangere)

4) vedi momento da te citato, perché io ho pianto spesso perdendo autobus o treno.

Ecco, speriamo che nessuno che debba ancora vedere il film venga a leggere questi commenti.

Commento di cantoediscanto

naturalmente era “me piAscerebbe”

Commento di cantoediscanto

a be’, io ho pianto praticamente sempre.
Anche quando piange dalla vecchia dove io pure porcazozza, non volevo assolutamente, me lo ero imposta e invece sbodobom.

Anche al primo piano della bonazza bionda in macchina con i lacrimoni, ça va sans dire.
E giuro che io non sono una che piange ai film, ma qui ho fatto una figura da frignona che metà basta.

Commento di laclauz

Dai, a quella scena lì dell’abbraccio non si doveva. Era fatta apposta per, e noi ci siamo cascate come pere cotte.

L’amica che era con me mi ha sentito dire con tono sarcastico “sì, va beh” durante la scena dei 300 euro e 5 secondi dopo mi ha visto con i lacrimoni.
Penso che mi creda schizofrenica.
Penso che abbia ragione.

Commento di cantoediscanto

Eh! anche io quando dice che le danno i trecento euro ho detto no dai, tristissima la pensione, e poi invece ci sono caduta con tutte le scarpe. Che polle che siamo bebi :)

Commento di laclauz




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...