ma anche no


my darling child
6 dicembre 2007, 16:50
Filed under: mai piu senza

L’altro giorno è venuta collega a presentare al tempio un neonato nuovo di zecca.
Ora, come la penso io sui bambini è risaputo, ed è stato anche casualmente espresso in modo magistrale qui, tra l’altro.
Quello che mi chiedo è cosa la gente si aspetta che succeda quando ti portano a vedere un bambino.
Generalmente più o meno giuliva, più o meno occhiaiuta, più o meno tettona, arriva la neomammma con il saccone ripieno al seguito.
Ohh, meglio la carrozzina, il marsupio, il passeggino a tre zampe?
Poi apre il bozzolo sottovuoto ed esce il coso, che per carità, mica io gli voglio male, cioè, in realtà non gli voglio niente, sinceramente.
Nove su dieci il coso dorme.
Ohh, che carino, o, guarda il naso è proprio tuo e gli occhi sputati a Gualtiero, l’espressività però chiaramente è dello zio Maciste.
Ohh, guarda, ha storto il naso!
Ohh, guarda, ha chiuso la mano!
Ohh, guarda ha girato la testa!
Allora, dico.
Siccome non proprio che sia come andare al cinema (a meno che non stiate andando a vedere le onde del destino) io dopo diciamo cinque minuti, con permesso, mi rimetterei a lavorare o a contarmi i peli del naso o a pensare a come sarebbe la mia vita se fossi la principessa carolina.
Perché aspettarsi che si resti tutti impalati come se ci fosse la donna baffuta o il nano con tre palle?
A questo punto generalmente qualcuno intavola una interessantissima discussione su colore delle pappe e consistenza delle cacche, o viceversa, su quanti capelli ha rispetto a elvira che proprio era uguale uguale, su bagnetto, passeggiate e coliche, anche di elvira quindici anni fa, ovviamente.
Notizie che normalmente aneliamo tutti di ascoltare in ogni conversazione degna di nota, ci mancherebbe.
Quello che mi chiedo perché si pretende che la gente si interessi a un coso che ha la stessa interattività di un polpetta per un tempo superiore ai cinque minuti.

E comunque, facciamocene una ragione: alessia è un nome da troione.
(e tu, word, fattene una ragione: voglio dire troione, non troiane)

Annunci

33 commenti so far
Lascia un commento

Mi stai dicendo che non ti ha raccontato filo per segno il parto, dal sorgere delle prime doglie all’emissione del coso?
Ti è andata di lusso.

Commento di cantoediscanto

L’argomento parto era già stato scandagliato in ospedale,
Un’oretta solo però, perché le han fatto il cesareo.

Commento di laclauz

col cesareo non e’ vero parto.

diglielo

Commento di anonimista

col cesareo non e’ vero parto.

diglielo

Commento di anonimista

penza sillaveva chiamata melissa …

Commento di Riflessioni

Eh ma sarà la collega pesante… Non sono tutte così fissate.
Non so. Per dire martedì sera sono andato in ospedale a trovare una mia amica che ha avuto il secondo bimbo, cioè in verità io conosco di più lui, lui il padre, perché era mio compagno delle elementari e insomma la notte prima mi aveva mandato un sms mi ha scritto che era nato questo bambino, io mi ero anche dimenticato a esser sincero, comunque, “tutto bene tutti contenti guarda che lo chiamiamo come te”.
No, non zoca, cretinetti. Col mio nome quello più brutto ancora.
Io gli ho scritto subito ma scusa l’altro bambino mi pare gli volete bene, perché questo no? Non mi ha neanche risposto, pensa quanto poco ci tiene al suo secondogenito, vien su male questo qui, vedrai.
Insomma così. Cosa volevo dire?
Ah sì, che il giorno dopo ho fatto un salto in ospedale, mi son fermato là con la mamma, ma non mi ha ammorbato per niente, anzi era molto tranquilla, abbiam parlato anche di altro, poi mi ha detto guarda ti porto a vedere il bambino se vuoi. Sì sì. Però vista questa cosa del nome, facciamo che devi indovinare quale è, mi ha detto. (Il nesso l’ho cercato anch’io, lascia stare, te lo dico subito: non c’è).
Ce ne saranno stati milioni, di neonati, quasi 20. Tutti in vetrina come le brioches. Tutti veramente diversissimi tra loro, come le brioches. Assomiglia a com’era suo fratello mi ha suggerito, con l’aria di avermi dato proprio guarda neanche una dritta, praticamente la risposta. Come se io mi ricordassi qualcosa del figlio precedente che ormai ha tre anni e non so neanche come è fatto adesso, che l’ho visto ieri, figurati come mi è rimasto scolpito indelebile il suo ricordo appena nato, tre anni fa, ma lasciamo stare.
Ovviamente non c’era verso di indovinare. Bon.
Allora io cosa ho fatto. Ho guardato, furtivamente, da che parte aveva buttato l’occhio lei e ho isolato quei 6-7 papabili. Poi ho tolto uno che era veramente brutto, perché ho pensato: metti che poi non è lui, qua dopo si offendono si fan figure, e uno che aveva una coperta fin sopra la testa. Poi tra gli altri rimasti ho tirato a caso e via. E ho indovinato. Che io su queste cose inutili c’ho un discreto culo.
Allora lì mi aspettavo un po’ di feste perché insomma dai, era abbastanza da fenomeni una roba del genere. A non dire che ho tirato a caso intendo. Almeno due minuti di stupore. Invece niente. Io ero là con la faccia da Fonzie quando fa partire il jukebox e lei niente, mi ha guardato non come per dire vabbé hai sparato a caso, ma come grazie tante, era ovvio, e mi ha attaccato pacifica a spiegare differenze e similitudini tra questo parto e il precedente
Ma dico. Scusa un attimo.
20 cosi: pam, beccato secco al primo colpo!
E te non hai idea di quanto fosse uguale ai bambini in fianco!
E lei niente, neanche una piega.

Quindi hai proprio ragione guarda.

Commento di zoca

Oh cazzo.

Commento di zoca

Eh ma sarà la collega pesante… Non sono tutte così fissate.
Non so. Per dire martedì sera sono andato in ospedale a trovare una mia amica che ha avuto il secondo bimbo, cioè in verità io conosco di più lui, lui il padre, perché era mio compagno delle elementari e insomma la notte prima mi aveva mandato un sms mi ha scritto che era nato questo bambino, io mi ero anche dimenticato a esser sincero, comunque, “tutto bene tutti contenti guarda che lo chiamiamo come te”.
No, non zoca, cretinetti. Col mio nome quello più brutto ancora.
Io gli ho scritto subito ma scusa l’altro bambino mi pare gli volete bene, perché questo no? Non mi ha neanche risposto, pensa quanto poco ci tiene al suo secondogenito, vien su male questo qui, vedrai.
Insomma così. Cosa volevo dire?
Ah sì, che il giorno dopo ho fatto un salto in ospedale, mi son fermato là con la mamma, ma non mi ha ammorbato per niente, anzi era molto tranquilla, abbiam parlato anche di altro, poi mi ha detto guarda ti porto a vedere il bambino se vuoi. Sì sì. Però vista questa cosa del nome, facciamo che devi indovinare quale è, mi ha detto. (Il nesso l’ho cercato anch’io, lascia stare, te lo dico subito: non c’è).
Ce ne saranno stati milioni, di neonati, quasi 20. Tutti in vetrina come le brioches. Tutti veramente diversissimi tra loro, come le brioches. Assomiglia a com’era suo fratello mi ha suggerito, con l’aria di avermi dato proprio guarda neanche una dritta, praticamente la risposta. Come se io mi ricordassi qualcosa del figlio precedente che ormai ha tre anni e non so neanche come è fatto adesso, che l’ho visto ieri, figurati come mi è rimasto scolpito indelebile il suo ricordo appena nato, tre anni fa, ma lasciamo stare.
Ovviamente non c’era verso di indovinare. Bon.
Allora io cosa ho fatto. Ho guardato, furtivamente, da che parte aveva buttato l’occhio lei e ho isolato quei 6-7 papabili. Poi ho tolto uno che era veramente brutto, perché ho pensato: metti che poi non è lui, qua dopo si offendono si fan figure, e uno che aveva una coperta fin sopra la testa. Poi tra gli altri rimasti ho tirato a caso e via. E ho indovinato. Che io su queste cose inutili c’ho un discreto culo.
Allora lì mi aspettavo un po’ di feste perché insomma dai, era abbastanza da fenomeni una roba del genere. A non dire che ho tirato a caso intendo. Almeno due minuti di stupore. Invece niente. Io ero là con la faccia da Fonzie quando fa partire il jukebox e lei niente, mi ha guardato non come per dire vabbé hai sparato a caso, ma come grazie tante, era ovvio, e mi ha attaccato pacifica a spiegare differenze e similitudini tra questo parto e il precedente
Ma dico. Scusa un attimo.
20 cosi: pam, beccato secco al primo colpo!
E te non hai idea di quanto fosse uguale ai bambini in fianco!
E lei niente, neanche una piega.

Quindi hai proprio ragione guarda.

Commento di zoca

Oddio cos’ho fatto.
E adesso?

Guarda, scusami davvero.
Non so come sia potuto succedere.

Commento di zoca

Oddio cos’ho fatto.
E adesso?

Guarda, scusami davvero.
Non so come sia potuto succedere.

Commento di zoca

chissà cosa penserà la gente di me.

che sono un poco di buono.

Commento di zoca

chissà cosa penserà la gente di me.

che sono un poco di buono.

Commento di zoca

toh, un blog.

la cosa bella di FY è che quando la gente sforna l’erede -aperta parentesi- e per qualche strano motivo da queste parti la gente comincia a sfornare eredi tipo a 21 anni, il che ha anche un senso perchè c’è così poco da fare in giro senza considerare il freddo innaturale, che la gente a 18 si sposa per pararsi il culo perchè insomma ci siamo capiti, poi siccome in giro non c’è niente da fare, fa freddo e a quel punto sei pure azzitato, questi giustamente passano un rilevante numero di serate a somministrare il dolce su e giù alla diloro devotcha finchè, dai e dai, non esce fuori un erede uguale uguale a nonno palmiro -chiusa parentesi- dicevo quando questi cialtroni sfornano l’erede non lo portano al lavoro, ma portano quintali di focaccia per festeggiare l’evento (portento) che, che te lo dico a a fare, focaccia ligure paiura.
la cosa brutta di dove lavori te invece, se non ho capito male, non è il fatto che portano i biNbi, ma è il fatto che nessuno porta nani con tre palle che, da quello che ho inteso, normalmente tu rimani a guardare impalata per ore.
se interessano donne baffute, a parte te che con la barba staresti benissimo, io e simolasimo se vuoi ti possiamo portare in un posto dove ce n’è una che in fatto di baffi è veramente qualcuno e deriderla

Commento di junior

toh, un blog.

la cosa bella di FY è che quando la gente sforna l’erede -aperta parentesi- e per qualche strano motivo da queste parti la gente comincia a sfornare eredi tipo a 21 anni, il che ha anche un senso perchè c’è così poco da fare in giro senza considerare il freddo innaturale, che la gente a 18 si sposa per pararsi il culo perchè insomma ci siamo capiti, poi siccome in giro non c’è niente da fare, fa freddo e a quel punto sei pure azzitato, questi giustamente passano un rilevante numero di serate a somministrare il dolce su e giù alla diloro devotcha finchè, dai e dai, non esce fuori un erede uguale uguale a nonno palmiro -chiusa parentesi- dicevo quando questi cialtroni sfornano l’erede non lo portano al lavoro, ma portano quintali di focaccia per festeggiare l’evento (portento) che, che te lo dico a a fare, focaccia ligure paiura.
la cosa brutta di dove lavori te invece, se non ho capito male, non è il fatto che portano i biNbi, ma è il fatto che nessuno porta nani con tre palle che, da quello che ho inteso, normalmente tu rimani a guardare impalata per ore.
se interessano donne baffute, a parte te che con la barba staresti benissimo, io e simolasimo se vuoi ti possiamo portare in un posto dove ce n’è una che in fatto di baffi è veramente qualcuno e deriderla

Commento di junior

oh, i miei commentatori preferiti :)
cicci cicci.

Commento di laclauz

oh, i miei commentatori preferiti :)
cicci cicci.

Commento di laclauz

io non so se alessia sia un nome da troia (scusa, hai detto gioia? [cit.]), certo è che è brutto brutto (facciamoci amiche tutte le alessie che passano di qua, su)
(di questo commento potevi farne a meno, mi rendo conto, ma ho visto che ora pure gli sloggati come me possono scrivere e non ho resistito)

taz

Commento di utente anonimo

io non so se alessia sia un nome da troia (scusa, hai detto gioia? [cit.]), certo è che è brutto brutto (facciamoci amiche tutte le alessie che passano di qua, su)
(di questo commento potevi farne a meno, mi rendo conto, ma ho visto che ora pure gli sloggati come me possono scrivere e non ho resistito)

taz

Commento di utente anonimo

guarda, l’ho pensato anche io che proprio è un bel modo per fare amicizia con le alessie, però è tanto che ci pensavo, avevo urgenza di manifestarlo.

Ma la cosa buffa è che il neonato presentato, mica si chiama alessia.
Manco è femmina se è per questo.
No.
E’ solo che non mi tenevo più questa perla su “alessia”.
ciao alessie di tutto il mondo.

Commento di laclauz

carolina invece è un nome da vacca.

scusa io non mi tenevo più questa.

Commento di zoca

mah, carolina è un nome un po’ del cazzo (ciao anche a voi caroline di tutto il mondo) a parte questa storia della mucca, secondo me se ti chiami carolina devi essere con i boccoli le trine e i fiocchi in testa, i grembiali inamidati e possibilmente una cuffietta.
(sotto i fiocchi)

Ora che ci penso non ne conosco nessuna.

(o forse volevi indirettamente in qualche modo alludere alla mia grossa stazza e darmi della vacca? ;)

Commento di laclauz

no, volevo appunto riferirmi a questa storia della mucca.
Ma se ci tieni, un’occasione per alludere alla tua grossa stazza si può sempre trovare.

Commento di zoca

Laclauz è un nome da persona veramente ma veramente tozza.

Alessia

Commento di utente anonimo

Laclauz è un nome da persona veramente ma veramente tozza.

Alessia

Commento di utente anonimo

ohimè, temo che sia assolutamente vero :(

(solo tu al mondo, cretinetti, puoi dire la parola tozza)

comunque, no, anonimi un cazzo.

Commento di laclauz

ohimè, temo che sia assolutamente vero :(

(solo tu al mondo, cretinetti, puoi dire la parola tozza)

comunque, no, anonimi un cazzo.

Commento di laclauz

ciao Clà
oggi diventerò zio per la quinta volta…
…ma lo dico solo a te, chè sò quanto adori questi eventi…
appuntamento alle 17.00 alla “Città di Roma”…
aspettiamo te per iniziare la descrizione minuziosa del parto, eh!
;-D

Commento di Lakota

e’ per via della Merz.

Commento di piasenzacasa

le polpette hanno un’interattività molto elevata, purtroppo per noi.

Commento di Vertigoz

Brava Mariapia:alessia è un nome da veline, letterine e minchioline, il che avvalora la mia tesi indiscutibilmente.

Commento di laclauz

simolasimo non vede l’ora di andare con junior a deridere la donna coi baffi
(laclauz, so che è vietato fare ciccicicci con gli uomini nei tuoi link, ma tanto junior non ci ha più un blog quindi non vale, vero?)

Commento di reme

simolasimo può fare tutto quello che vuole, lo sanno tutti :)

(devo andare a fare le foto, porca zozza, devo andare!)

Commento di laclauz

mi farò vanto di avere tra i miei link solo bloghi mortaccini, ah, perché, sono solo i migliori ad andarsene, doppio ah.

Commento di laclauz




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...