ma anche no


what's on?
27 aprile 2007, 18:49
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

Dice, che fai laclauz.
Allora, che faccio.
Rompo le palle, prima di tutto, ad ogni essere appartenente al mondo vegetale e animale esistente sul pianeta.
Secondariamente finanzio trenitalia, presumibilmente per la realizzazione di una rete ferroviaria che faccia centodiciotto volte il giro della terra passando per saturno.
Terziariamente (ah ah. Scusate, davvero) lavoro, il che ci riporta automaticamente al punto uno.
Il mio lavoro consiste nell’allineare vasellame etrusco su inutili supporti.
Etrusco, no dico: etrusco.
Che se c’è un popolo che a me mi è sempre stato sul culo, son gli etruschi con quei loro vasetti del cazzo.
Che almeno i romani hanno fatto l’ingegneria, l’architettura, invece questi stramaledetti etruschi solo bicchieri e anforine ma soprattutto frammenti, tanti taaanti frammenti, un numero incalcolabile di frammenti soporiferi e parimenti inutili.
Tipo le paste, le argille e se ti dice culo pure le cacche secche.
Diciamo, in sintesi, che mio lavoro consiste nell’allestire quelle mostre che nessuno vorrebbe vedere mai, quelle che quando sei dentro ti viene nostalgia di mcdonald, quelle che non c’è una roba sana a pagarla oro e se c’è è un ariballos e nessuno si accorgere della differenza visto che non si sa cosa sia.
Io dico che se questa roba la mettevano nelle tombe, un motivo c’era, ed è chiaramente che non la volevano tra i coglioni, dunque è davvero necessario sfruttare le mie copiose tasse per consentire a tutti di potersi rimpiere gli occhi di olle di sterco di vacca, oggi?
Vabbe’, comunque ho un lavoro per un po’, questa era la notizia.
(dedicata con etrusca riconoscenza e etrusca ammirazione
, alle due tònne che amo)

Poi.
Ho tirato giù i vestiti dell’estate e ho scoperto di avere accumulato una quantità di jeans decisamente incettabile, questo mi ha fatto sentire per diversi giorni una persona meschina e degna di morire tra atroci sofferenze quanto prima.
Poi per fortuna (?) ho scoperto che due non mi entrano più e ora gli immondi indumenti si possono di nuovo contare sulle dita di una mano e dunque ho ritirato le petizioni.
In realtà non mi sono mai entrati.
E’ che andò così. Tipo un cinque anni fa io ero a via sannio a comprare gli anfibi con fidanzo, quando vedo questi jeans senza cagate e il vecchino mi convince che fanno per me, poi per non rimangiarsi la parola data mi ci comprime dentro a mo’ di preservativo,
abbrancandomi da tergo. La scena era parecchio surreale, io e fidanzo eravamo nel pieno di una comprensibile crisi di riso, con grande stizza del vecchino che continuava a dire “no vabbe’ ma allora, cioè se ridi nun te staranno mai” e insomma poi credo non mi arrivasse più il sangue al cervello e così.
Me li sono messi l’altro ieri e oggi ho scoperto di avere due lividi sugli ossi del bacino.
Auguri.
Vabbe’ li tengo lì per quando diventerò magra.
Cioè mai.

Comunque di questi tempi vige la sottodetta legge del filotto, dunque io credo che quel mio celebre talento di inanellare una cazzata dietro l’altra sia pronto per entrare in azione a pieno regime quanto prima.
Che la madonna mi tenga una mano sulla testa, come dice cloti, ché mo’ so’ pure madrina, ambe’.

Annunci

20 commenti so far
Lascia un commento

chi te l’ha messa in testa, l’idea che hai troppi ginz?

Commento di junior

I ginz non sono mai troppi.
Luca, 5,3-4

Commento di Gnegnet

non ci posso credere che fai l’archeologa. se riesci a portare alla mostra più gente di quella che hai portato alle foto, è il lavoro che fa per te ;)

Commento di camilla_lo

E pensa che io l’ho sempre sognato e ho anche studiato per fare questo: allestire mostre su oggettini etruschi (sì, sì, pure etruschi! i giapponesi dell’antichità). Niente da fare, non mi è riuscito…

Commento di SariSari

Voglio dire una cosa, ora.

La ragazza della metropolitana, sì insomma, quella dell’ombrello, lavorava nella gelateria a via dei serpenti, quella dove ho passato tutta l’univeristà e dove vado tuttora a ciacolare con le gelataie nei miei momenti di soilnga disperazione.
E dove ci porto sempre tutti.

Così.
Mi si sta un po’ rivoltando la mozzarella nello stomaco, anche se mi rendo conto che non è un motivo così attendibile.

Comunque, ora so che c’è anche un cheddar che matura in webcam, tutto il cacio minuto per minuto, e
forse questo aiuta la mozzarella a rivoltarsi.

Vabbe’, ora torno a lavorare, lo so che voi invece nun state affa’ niente.

Commento di laclauz

Vero, la vita tira certe sòle che vien da piangere ma… prendi me che di sfiga ne porto appresso un bel malloppo, arrivo a Barca, giro in giro e finisco in una piazzetta gotica che pare il villaggio degli Elfi e già godo, poi mi giro e vedo un tizio che dai tempi del liceo (e sono più di dieci anni), saluti, ma dai, ‘cazzo hai combinato, e mò… bella, bel momento. Poi sento la piazza intera tremare di gente che galoppa in cerchio, la chiamano Sardana ma a me pare di stare in mezzo alle mandrie del Serengheti. Sono cose belle e distanti dalle solite file sulla Colombo ma non estranee per via del gene arboricolo. Senza mancare di dispiacermi per la Russo (ricorre), ogni giorno muore o si fa male gente nei modi più “creativi” e granguignoleschi possibili; ‘sti media-Vespa che indugiano sulla perforazione orbitale, l’edema, l’ematoma, la rottura arteriale, il mestolo od il sabot ci sovrccaricano di paranoie. Ma vuoi mettere un migliaio di persone che ballano ridendo tutte insieme? Pensiamo alle disgrazie per evitarle, abbracciare chi ci ha rimesso un pezzo ma poi non facciamoci solo male… non è che camperemo in eterno…

Commento di ecausarano

ecu, barcellona è stato anche per te un viaggio spirituale vedo :)

Commento di camilla_lo

parole sante.

Commento di Vertigoz

embè, io ti devo fa’ innamora’ di me!

Commento di CamilloParker

io i lividi sul bacino nun cell’avrò mai che c’ho i rotoli di ciccia in corrispondenza di essi.
Io derivo dagli etruschi, quindi ci si spiegano un bordello di cose.

Commento di greenwich

Green, gli etruschi si sono estinti, chiediamoci perchè.Avranno fallito da qualche parte.Fortunatamente.
(un saluto caloroso ai toscani, deh)

Commento di Gnegnet

allora, tutti.
Siccome ci ho di nuovo un lavoro, dunque giornate ebbre di tedio, secondo me è il caso che ricominciate a commentare.
Devo mettermi lì col bastone?
Andiamo, su.

Commento di laclauz

ah, quindi dici che quel livido sul girocoscia di cui da giorni mi chiedo la provenienza potrebbe essere stato causato dai jeans?
e che quindi dovrei seriamente pensare ad una dieta (o a comprarmi dei jeans nuovi, invece di aspettare che i miei preferitissimi di sempre mi si straccino addosso)?

Commento di tantoantipaticaquantostronza

io non dico gniente, cioè, commento, mi ignora e poi mi redarguisce pure perché non commento abbastanza.

Ma io c’ho da picchiare a chi ha deciso che le donne potevano fare tutte quelle cose belle che possiamo fare solo noi uomini tipo lavorare o votare.
State a casa a far figli, dico io.
Che poi tu laclauz hai anche un’età in cui devi iniziare a pensarci, che poi ti si iniziano a chiamare zitella.

Commento di greenwich

green a me mi pareva più elegante glissare sulle tue ciccie.
Aspetto la foto della tipografia, comunque, mpf.

Commento di laclauz

tu che parli di eleganza, mpf. Non c’è più religione.
La foto arriverà quando torno a casa, che io sono emigrante.

(so un bravo lettore, guarda quanti commenti, ingrata)

Commento di greenwich

a green, ma che voi litiga’?
Dici per creare una polemica che attragga l’attenzione?
Geniale creatura!
Ennamo

NB, o green,
Parole nuove che ho imparato:
sfavato
manfano
pennare

Commento di laclauz

pennare lo conoscevo pure io.

es.
Faccio le penne col bùster / mi hanno imparato a pennà col bùster.

So sfavato, sì.

Commento di greenwich

a me mi hanno insegnato che pennare è un sinonimo di baccagliare, dove però per baccagliare non si intende come io credevo “fare baccano”

Commento di laclauz

Io ho sempre sentito ed usato la pronunzia: “baccajare”. Roba dei Castelli, ma è lì che crebbi…

Commento di ecausarano




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...