ma anche no


il caso vuole che io non sia per niente quello che tu avevi avuto in mente
14 marzo 2007, 00:13
Filed under: puttanate intimiste

La verità è che come dice l’esimio dessa, il caso gestisce una fetta di vita molto più grossa di quanto noi non ci si racconti.
Ce la incallano, molto americanamente, che volere è potere, ma in realtà è quasi tutto chimica.

Perché a volte ti sembra di avere scelto una direzione e invece c’è dietro un labirinto di subdole circostanze casuali che ti hanno portato a quella scelta.
Tipo, per dire: il fatto che a me piaccia Barcellona non sarà forse legato un pochino al fatto che la prima volta che ci sono andata mi sono ritrovata in casa il sosia bello di tom cruise? E il fatto che Venezia mi stia sul culo non dipenderà un po’ dal fatto che quando ci siamo andati in gita l’uomo per cui sbavavo da anni si ammucchiava con la mia amica del cuore?
Secondo me sì.

La verità è che i giorni in cui stai bene la gente lo vede e ti si appiccica come le brooklyn sotto il banco, e i giorni in cui stai male hai buone probabilità di essere pisciato al colloquio come lavavetri semaforiale. Il che poi giustifica ampiamente anche la celebre “legge del filotto” secondo cui quando sei accoppiato tutti ti vogliono e quando sei solo tutti ti schifano.
E da cosa dipende se stai bene?
Casualità.
Se gli gnocchi erano buoni, se i jeans ti vanno larghi, se Vertigo ha scritto un nuovo post.
Per non palare poi di uragani terremoti o cromosomi sbagliati.
Tipo io ho deciso di partire perché stavo male a Roma, ma magari se il giorno prima mi fossi imbattuta in luigilocascio sarei rimasta qua e ora sarei madre di tre gemelli.
(Ma anche no).
Da che mondo e mondo ci dicono che ci sono i dii e cazzi e mazzi perché è troppo angosciante pensare di non avere controllo alcuno sulla vita.

E comunque tutta queste banalità da postalmarket erano solo per dire che se le cose mi vanno bene non è perché il caso aiuta gli audaci, ma perché sono stata fortunata. E qualcuno non so chi una volta ha detto che chi darwinianamente sopravvive sono gli intelligenti e gli imbecilli fortunati.
Indovina indovinello in che categoria si trova la specie delle clauz?

Eh.

(Sono un zacco seria questo periodo: c’è da preoccuparsi.
Preoccupatevi, essù.)

Annunci

11 commenti so far
Lascia un commento

Nota molto seria, non so neanche perché la scrivo.
Ci sono delle persone, che hanno in qualche modo fatto parte della mia vita, per certi versi l’hanno anche cambiata, con cui sono davvero felice di non aver più niente a che fare.
Delle persone che mi inquietano, mi destabilizzano, mi fanno stare in una perenne sensazione di non chiarezza, se così posso dire, il cui potenziale nocivo nei confronti del mio equilibrio mentale è altissimo.
Delle persone che proprio no, non perché ci sia niente di sbagliato in nessuno, ma perché provo un sollievo infinito nel pensare che dalla mia vita siano fuori.
Insomma, io non gli auguro male ma vorrei la promessa che non si inciamperà mai più gli uni negli altri.

E’ una cosa brutta?
Riflettere, non ora comunque.

Commento di laclauz

caspita, adesso non so più come regolarmi con la mia agenda

Commento di junior

io spero di non far parte di nessuna di codeste categorie : (

Commento di Vertigoz

…eddai laclauz, ci sono anche persone in cui inciamperesti altre 2700 volte e in cui non vedi l’ora di inciampare di nuovo e ti hanno cambiato la vita in meglio e continuano a farlo graziegraziegrazie!
…il bicchiere mezzo pieno…tanto che sono in tema di ovvietà.
o.

Commento di ovale80

mmm, vedo che i temi della socialità smuovono veramente gli animi.

Commento di laclauz

ma tanto nessuno riuscirà mai a dimostrare che il caso non esiste. quindi tanto vale crederci. e godersi le scelte, il gusto di scegliere, il gusto di mandare tutto a puttane e poi dire “son stato sfortunato”..

P.S. rileggendo quello che ho scritto mi rendo conto che non ha senso. ma mentre scrivevo mi sembrava lo avesse.

Commento di andreasalonicco

più che gli animi, direi gli intestini

Commento di junior

ma giunior, lo sopprimiamo in massa?
secondo me becco adesioni a pioggia.

Commento di laclauz

per questo a me fa schifo parigi, per esempio.
bella riflessione.

Commento di sciroccata

erano anni che non beccavo una punizione così : (

Commento di Vertigoz

Cavolo laclà, questo post mi è proprio piaciuto.
Che poi il caso, appunto, che cioè, non ne parliamo, vabbè.
Mi è piaciuto, punto.

Commento di pacomino




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...