ma anche no


world has turned and left me here
30 ottobre 2006, 01:11
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

Ah che belle cose che mi succedono a me, voi non ve ne fate davvero un’idea.
Tipo che.
Venerdì c’è stata l’inaugurazione dello showroom, una cosa di molto raffinata con tutti dei colorini da noi siamo persone molto eleganti, qui. Bella roba, sul serio. Se non che io la sottoscritta laclauz ho dovuto passare la mia mattina con un badge al collo a fare presentazioni in castigliano a tutta la delegazione nazionale e quindi un attimo mi sudava la schiena. Vabbe’.

Detto ciò, mentre me ne sto lì che mi penso alla maglietta che si appiccica alla schiena (bella immagine davvero, grazie) la segretaria magra mi piazza davanti uno zidane con un po’ più di capelli, dicendo ehy, il nostro delegato di Tenerife è italiano. Ma buon giorno, dico, e penso che guarda mica che ne incontro pochi di uomini degni di nota, solo che poi, eh, insomma, ci siamo capiti, via. Faccio la mia presentazione per ben cinque volte, accendi spengi metti il diffusore togli il diffusore, optica wall washer che visto che robe, eh? E tira giù le robe e metti la lente fresnell e altri numeri a metà tra la velina e l’elettrauto.
Faccio carriera, non c’è che dire.

Insomma dicevamo, questa cosa finisce e siamo tutti e trentatré ingurgitando una tortilla considerevolmente unta, quando zidane mi artiglia ma ehy ma tu ma come ma perché. Io attacco la mia pippa doc, lui c’ha questi occhi pazzeschi molto blu e mi fissa proprio fissa fissa e io penso vediamo un po’ che c’ha da dirci questo zidane che poi magari c’ha quattro bambini per via di quella cosa che io non sono tanto brava a capire le età.
Eh -dice zidane a un certo punto- ché questo mio amico poi c’ha trentatré anni come me – e allora io penso che beh sì tra un’ora devo prendere l’aereo ma cosa sarà mai un aereo di fronte allo zidane della mia vita e sto lì e ascolto e ascolto guarda spostiamoci un po’ qua che siamo in mezzo e eh ma guarda un po’ ma anche tu davvero non mi dire.
Il tempo passa e lui c’ha questa cosa che proprio mi guarda negli occhi senza staccarli e a me queste cose eh, insomma, son tonta, si sa, insomma proprio quando stavo decidendo che sì vabbe’ l’aereo, tanto io mi sparavo dritta dritta a Tenerife, viene fuori “anche la mia ragazza è di lì”

Ecco, appunto, stavo giusto dicendo che io ho l’aereo eh, tante care cose a te e anche a quella gran signora della tua fidanzata, tanto avevi delle brutte scarpe, ciao ciao. Solo che poi, in rapida sequenza per non tediarvi con le mie avventure aeroportuali di ordinaria amministrazione: la macchina di laura non parte, dopo mezz’ora parte e procediamo tipo speed col terrore di dover frenare, traffico da manuale alle tre del pomeriggio che tu dimmi davvero, allora mi molla a metà prendo la metro che a tre fermate da casa, ah, guarda “avaria”. Scendo, lola corre a casa con lo zainone (grazie a dio non avevo i tacchi. Gli idraulici siano lodati nei secoli dei secoli) salto i cani vado a prendere un bus che arriva dopo mezz’ora sudo come un cammello, vedo una malvestita che vorrei fotografare perché davvero merita, magari la disegno, arrivo all’aeroporto e ho dimenticato di stampare la seconda parte del check-in online e allora lì io dico solo signorina hostess, lei davvero non se ne fa un’idea di in cosa sono passata io oggi, pure in uno zidane fidanzato, insomma, ecco, faccia un po’ lei, eh.

Fa un po’ lei, l’aereo non cade e mi ritengo soddisfatta.
Poi c’è una parentesi di circa ventiquattro ore senza aerei, ore in cui la mamma mi ricorda perché vivere a Barcellona non è poi così male, grazie una schiera di: -ma con quella maglietta grigia vai in giro – ma per l’amor di dio pettinati – stai sempre con quel coso lo vedi che sei autistica-
Che poi questa dell’autistica è nuova.
Di solito era che facevo troppo tardi in giro.
Mi sembra di vivere in cara ti amo, mi sembra, a me.
Comunque.

In mezzo alle ventiquattro ore ci sono altre più o meno rilevanti storie di un uomo saggio ma calvo, di una maglietta da rugby molto inutile, di un libro molto introvabile, di un uomo molto impegnato, di una superstar molto antipatica, di un bianco che più bianco non si può, di un panino molto cattivo.
Fatto sta che ora sono di nuovo sull’aereo, che è partito con non una ma due ore di ritardo e mi devo svegliare all’ora che tutti sappiamo e sono le 23.25 ora legale e siamo ancora sopra un nebbione e dunque penso che il brufolo da competizione che sta sgomitando per irrompermi sulla guancia è assolutamente legittimato.

Aggiornamento di mezzanotte e quarantasei: ho dimenticato la borsa sull’aereo, mi sono seduta sul pavimento, ho pianto, ho fatto tutto il percorso contromano, ho incontrato una signorina col foularino da sposare seduta stante che me la ha recuperata e adesso sono sul pullman e penso che è davvero molto tardi e che arrivare all’aeroporto senza nessuno che ti aspetti né qui né lì è proprio triste e che per questa cosa di viaggiare io non ci sono proprio tagliata e che io scendo qui, grazie.

Annunci

69 commenti so far
Lascia un commento

Cameriere, il conto!

Commento di ardez

madonna… che ansia… ciai i ritmi ollivudiani… ma non era che in spagna fanno tutti le cose lenti e con calma?

Commento di anonimista

eh, appunto.
(a tutti e due)

Commento di laclauz

massì, lasciatemi pure morire di tedio, che problema c’è.

Commento di laclauz

minchia non oserò più lamentarmi della mia vita! :P

Commento di stefanone

Scrivi che si sente e ti viene l’emozione.

(Ma quel coso che sei autistica che è, l’iPod o simile?)

Commento di bilog

Tipo grazie.
(era una cosa da dire grazie, no?)
è il vaio l’oggetto dell’autismo.
Ancora niente template, perché la connessione non va, ma tu stai pronto.

Commento di laclauz

quindi noi commentatori saremmo il tuo mezzo contro il tedio?
potrebbe verificarsi uno sciopero dei commentatori dopo questa affermazione…

Commento di camilla_lo

Uff sai che ho partecipato alla tua stanchezza mentre leggevo? E il finale mi ha messo tristezza, penso che andrò a letto :(

Commento di elesole

Volevo solo dirti che ho parlato al telefono con uno che si fa chiamare Vaio. Chissà se c’è una morale in tutto questo. Ah, e anche che per te ho riesumato l’account splinder che non usavo circa dall’ottantaquattro.Ossequi.

Commento di ranji

lo sciopero dei commentatori ?! voi commentatori siete sempre in sciopero !! vergogna

Commento di Vertigoz

io in quanto commentatrice di clauz sono piuttosto diligente, non per essere puntigliosa, eh.

Commento di camilla_lo

anche io commento sempre… e non mi faccio scoraggiare quando la clauz mi tratta male… perche’ so che lei ha bisogno anche del mio supporto…

…cazzo, ma 33 anni? ho letto bene? porcozzio.

Commento di anonimista

elesole grazie, io ho conclamate funzioni terapeutiche tipo che ormai la gente neanche mi vede e si addormenta, dovrebbero mettermi in commercio, credo.
(io non so se mi comprerei comunque. Sono più grossa del lexotan)

ranji amore mio, se hai recuperato pure il blog allora è vero che il vero amore non ha confini: in love we trust :)

vertigoz meno male che c’è qualcuno che ancora sa cosìè la vergogna, ah!

camilla_lo bando alle ciance, che stai affà ancora là? (ah, guarda che pur commentando con cura non otterrai un esonero speciale per fare quello che tu già sai, eh;)

anoimista ecco, ora dimmi per favore che da questo post hai capito che io ho trentatre anni. No, figurati, eh, ero sicura che qualche mente superiore avrebbe tratto questa conclusione.
(E’ una prova per vedere se ti fai scoraggiare, ambe’)

Perché io sia in piedi a quest’ora, lo sa solo il santo signore di cui sotto.
Spegnetemi, per favore.

Commento di laclauz

ci tengo alla pellaccia, tranquilla :)

Commento di camilla_lo

Eh -dice zidane a un certo punto- ché questo mio amico poi c’ha trentatré anni come me –

come si può equivocare davvero è misterioso, per me, con tutti i trattini e poi perché avrei scritto dice zidane a un certo punto, secondo te?
Le perle ai porci, le perle ai porci.

Commento di laclauz

nel contesto prima io mi chiedevo quanti anni avesse, quindi chiaro si parla di lui.

Poi certo io do per scontata una certa sagacità da parte del lettore che invece, evidentemente, manca.

Commento di laclauz

Clauza, tanto per cronaca: dalla tua…ehm…diciamo prosa, di primo acchitto si evince che tu abbia trentatrè anni [cosa per la quale mi sono fatto pure un paio di film, avendoceli io me medesimo, tu dirai ma de che ahò, eh, lo so]. Rileggendo si potrebbe altresì pensare che sia invece Zidane cui tu autrice fai dire che ha un amico 33enne. Il punto e che tra la forma tua un po’ così e il fatto che io i tuoi post nel cervello li sento con la voce di Oreste Lionello che fa Woody Allen, insomma, si prestano all’equivoco piuttosto e anzichenò, ecco.

Commento di ardez

Anch’io pensavo che il Vaio potesse avere l’autismo tra gli effetti collaterali. Ma devo dire che la scorsa settimana ho provato l’autismo che puo’ indurre il Tomtom. Appena comprato, già estratto dalla scatola si manifestano i primi segni. Ora solo all’ottavo giorno e già me lo porto dietro quando vado a pisciare.
“A 50 metri, sgrullate a sinistra. Carta igenica alla rotonda, seconda uscita”

Commento di stroopwafels

ah… dimenticavo che il massimo dell’autismo in questi giorni è stato riuscire a connettere il mio Tomtom al mio Vaio. Adesso si parlano e si conoscono, ma io nel profondo del mio cuore spero che s’innamorino e presto si sposino.

Commento di stroopwafels

…nel contesto non c’è la premessa, il motivo per cui egli direbbe di avere 33 anni. In ogni caso mi concederai che la forma che usi, stream of consciousness, per quanto molto visuale, discorsiva diretta ecc ecc non è il massimo formalmente. Anzi proprio il contrario, piuttosto.

Commento di ardez

Si, rileggendolo ora in effetti ti dò ragione. Magari è solo una questione di punteggiatura, che ne so, virgolette, cose così. Forse m’ha tradito il fatto che fossi andata a capo. Sticazzi.

Commento di ardez

sbaglio o i miei commenti sono spesso e volentieri off-topic? (anzi diciamo fuori luogo che è meglio)

Commento di stroopwafels

ho capito… hai 33 anni come l’amico di zidane… ma sto zidane quanti ne ha?

Commento di anonimista

eureka!

Commento di ardez

come l’amico e me, cioè chiaramente 66.

Commento di laclauz

ragazzi, è il blog dalla clauz o il 2.356.248.985.684° quesito della Susi?

Commento di stroopwafels

33 sono anche le persone che mangiano la tortilla considerevolmente unta. E guarda caso 33 sono proprio i trentini che entravano a trento, tutti e 33 trotterellando.
Sei trentina tu? Dall’accento non si diceva. Prova a dire 33.

Il commento 14 secondo è contraffatto, laclauz non scriverebbe speGNetemi. Ammenoche non sia una specie di refuso all’incontrario. Allora sì.

Commento di zoca

zeppa sillabica o palindromo bifronte?

Commento di stroopwafels

guarda, ci credi che l’ho pensato, mentre lo scrivevo, spengetemi?
E’ che poi spegnetemi dava più senso di pc.

Comunque. I tutti e trentatre trotterellando non erano a caso, solo che trotterellando verso la tortilla non rendeva bene il clima di suinità unta che girava.

stroop, direi palindromo bifronte, la mia figura retorica prediletta, tra l’altro.

Commento di laclauz

clauz ma quanti cazzo di anni hai? (anche io volevo usare cavolo al posto di cazzo, ma poi ho pensato che cazzo da piu’ il senso di anni, quindi scusa)…

Commento di anonimista

tanti.

Commento di laclauz

non è la quantità degli anni che conta, ma la qualità (proverbio moldavo)

Commento di stroopwafels

avere 33 anni negli stati uniti è una ficata

Commento di junior

avere 33 anni in Palestina e trovarsi guardacaso nell’anno 33dC potrebbe non essere una ficata…

Commento di stroopwafels

chi ha orecchi per intendere…

Commento di stroopwafels

(e non riesco a commentare su flickr e allora commento qui: meier non fa sempre la stessa cosa perchè è perfetta e non ha senso cambiarla, meier fa sempre la stessa cosa perchè è uno stronzo avido e arido. se eisenman si fosse accontentato delle sue houses, che pure erano una ficata, l’architettura avrebbe perso tanto e invece per fortuna non si è fermato. gehry segue la stessa linea da sempre ma si migliora e sperimenta, e noi tutti ci siamo fatti tante pugnette a bilbao. tanto per dire due banalità a caso.
meier è inutile e ha rotto i coglioni, e i pischelli con lo schèit davanti al giulio cesare a roma te lo possono confermare, e io voglio vedere foto porche.)

Commento di junior

se la saggezza popolare dice giusto, sembra che la differenza d’eta’ giusta tra uomo e donna sia di 6 anni… quindi se lui a 33 e’ giusto per te, tu ne hai 27… ho sbagliato di molto?

Commento di anonimista

a me ghery mi fa cagare, tanto per.
Anche cagare è bello a volte, comunque.

Commento di laclauz

ghery pensa che l’architettura sia fare tre scippi su un foglio e farseli calcolare dall’ultimo software che gli hanno progettato

Commento di camilla_lo

(e dagli ultimi schiavi che passa il convento, non dimentichiamo)

Commento di laclauz

mais surtout, cherie, foto porche

Commento di junior

Ehhh ragazzi, la cosa si è buttata sul tecnico… fra un po’ si tirano fuori il modulor, la bauhaus e noi che di lavoro “scarichiamo la frutta dentro nel verziere” restiamo appesi a bocca aperta a sentir parlare di sezioni auree :(

“chèrie”: occhio agli accenti junior!

Commento di stroopwafels

allora, a parte che non so che vuol dire mais surtout.

Secondo me la cosa importante nel fare dell’architettura è fare della roba bella e funzionale, non originale.
Se poi riesci nelle tre cose, tanto di capello, ma io dò più valore alle prime due, sarà che sono un tipo abitudinario.

Se io faccio una merda sperimentale ho rovinato il panorama a un sacco di gente, se faccio un onesto edificio uguale agli altri ma bello, sarà un piacere per quelli che di mio non hanno visto altro.

Comunque il succo è che per me l’estetica conta più degli intenti, e tu lo sai.
(e comunque un po’ ti amo, eh: non si erano mai viste robe di questo livello a casa di “enfatica demenza”)

Commento di laclauz

originale? e chi ha parlato di originalità.
quando dico “sperimentare” intendo dire che siccome la vita di oggi non è più la vita di 20 anni fa (e su questo immagino siamo tutti d’accordo) l’architettura di oggi non può essere più l’architettura di 20 anni fa, per un sacco di motivi. e la città, che è dove si svolge la vita, la cambi anche e soprattutto edificio per edificio.
sul bello la vediamo quasi allo stesso modo, e gli diamo pure la stessa importanza, tra l’altro. ma ora, siccome l’entervallo di roma olympiakos dura poco mi limito a dire che l’oggetto bello lo può fare anche giugiaro aiutato da un geometra mentre l’architetto dovrebbe porsi anche altri obiettivi.
mais sourtout significa “ma soprattutto”

Commento di junior

originale? e chi ha parlato di originalità.
quando dico “sperimentare” intendo dire che siccome la vita di oggi non è più la vita di 20 anni fa (e su questo immagino siamo tutti d’accordo) l’architettura di oggi non può essere più l’architettura di 20 anni fa, per un sacco di motivi. e la città, che è dove si svolge la vita, la cambi anche e soprattutto edificio per edificio.
sul bello la vediamo quasi allo stesso modo, e gli diamo pure la stessa importanza, tra l’altro. ma ora, siccome l’entervallo di roma olympiakos dura poco mi limito a dire che l’oggetto bello lo può fare anche giugiaro aiutato da un geometra mentre l’architetto dovrebbe porsi anche altri obiettivi.
mais sourtout significa “ma soprattutto”

Commento di junior

non lo so, ville savoye per esempio secondo me visivamente gliel’ammolla ancora.

per altri obbiettivi intendi la tecnologia? Mah.
Prendi jean nuovel qua, per esempio, sarà pure il miglior sistema di facciata al mondo, ma l’edificio fa cagare e dunque mi disturba, anche se lo posso stimare teoricamente per il suo coraggio e aggiornamento.

Commento di laclauz

ghery non fa momumenti, ma oggetti di design, ad una scala enorme. l’architettura a mio parere appartiene più a zio meyer, che ha imparato la lezione modernista e la declina da anni e anni con la sua firma. lui è rimasto fermo a quella logica lì, ma non potete venirmi a dire che non sperimenta, che non vive al passo coi tempi. se non sbaglio è proprio per questo che tutti criticano l’ara pacis… “moderno, troppo moderno”

Commento di camilla_lo

a parte che mi sa che confondi l’IMA con la fondation cartier.
comunque non parlo di teconologia che, tolta la roba hi-tech dove spesso è fine a sé stessa, serve a realizzare qualcosa senza rivelarne il processo costruttivo. e non è poco da 20 anni a questa parte (esempio stupido: prendi un televisore al plasma, la teconolgia serve alla tv al plasma a rendere la televisione praticamente quasi solo l’immagine che trasmette nascondendo il macchinario che la produce. il fatto che sia bella o meno è soggettivo)
hai fatto l’esempio giusto: ville savoye.
ville savoye glie l’ammolla, vero. ma cazzo, laclauz, noi ci siamo spaccati il culo all’università per anni anche per capire che l’importanza di ville savoye non sta solo nella sua bellezza, ma in tutto ciò che le corbusier aveva capito, nel pensare un’abitazione come una cosa completamente diversa da tutto quello che era stato fino a quel momento. vai a un qualsiasi esame di storia dell’architettura contemporanea e di’ al professore che ville savoye è fica, punto. a calci in culo ti prendono, e fanno bene. ville savoye è rivoluzionaria, rompe tutto con il passato, e non per il gusto di essere originali, ma perchè le corbusier aveva capito che l’uomo a quei tempi cominciava ad avere esigenze diverse, e quindi aveva bisogno di una casa diversa da quelle che si costruivano fino a quel momento. ville savoye è un capolavoro per una camionata di motivi, e tra le altre cose è anche bella. ridurla a un bell’oggetto è un’aberrazione. per questo le corbusier è stato un maestro, non perchè faceva le cose belle.
questo intendevo quando dicevo che un edificio bello funzionale e che si tiene in piedi lo può fare anche un bravo designer insieme a un geometra.
il ruolo dell’architetto è capire quali sono le esigenze della società in cui collocare un edificio, capire il proprio tempo e dare a una comunità un oggetto che trasformi lo spazio in uno spazio che risolva le sue esigenze. poi deve essere anche bello.
meier è bravo, ma il suo contributo in qeusto senso è nullo perchè ha fatto un edificio-clone per 20 anni e più. bellissimo, per carità, ma con la stessa utilità sociale che ha un apribottiglie della alessi. poi fa cose molto belline, non l’ha mai negato nessuno e di certo non lo nego io
a me l’ara pacis piace, e sono contento che l’abbiano fatta. sono contento che l’abbiano fatta a roma, tra palazzo borghese, il mausoleo di augusto e san carlo al corso. fichissimo, roma è proprio questo, centinaia di edifici bellissimi di epoche diverse che si fronteggiano e si sovrappongono, e la teca dell’ara pacis ci sta benissimo. il dibattito che ho seguito io, però, era su due livelli. quello di chi non ha mai visto niente di più moderno dei palazzi dell’eur che è rimasto turbato da un edificio “moderno, troppo moderno” in mezzo a capolavori consegnati alla storia, perchè ignorante e non è neanche colpa sua se in questo paese non c’è cultura architettonica e non può capire subito la bellezza di un edificio sfacciatamente moderno in mezzo a edifici antichi, e quello degli addetti ai lavori che dicono che, effettivamente, se vai sulla salaria all’altezza del raccordo, c’è un concessionario bmw che è tale e quale all’edificio di meier, e quindi ci deve essere qualcosa che non va.
io dico solo che fare un bell’oggetto è un po’ poco per essere considerato un grande architetto, quello siamo in grado di farlo pure noi sfigati del cazzo.

Commento di junior

sì, era una cosa da dire grazie.

(Per il template, io intanto faccio pratica sul mio blog, dove c’ho messo tutta un funzione strafica per leggere e scrivere commenti in riga, senza finestre popup e senza link a pagine separate.)

Comunque c’è grossa confusione tra causa ed effetto: questi simpatici aggeggini elettronici (io e il mio Dell, tipo) non rendono autistici. Semmai rivelano.

Commento di bilog

Non confondo le due, è che mi pareva tu lo avessi detto anche di questa qui (questo ci tenvo a dirlo, ma cazzo, ho una dignità, eh).
Comunque è un bell’esempio la fondation cartier, perché sì guarda geniali le finestrelle, inconfutabile, però l’edificio nell’insieme, mah.

Sicuramente ville savoye ha tutto quel pacco di motivi, sciuramente ridurla a un bell’oggetto è un’aberrazione, però, per dire, ville radiouse li ha lo stesso anzi di più, i motivi, ma non è bella e questo ne fa un edificio intressante e utile forse ma io non lo vorrei vicino casa mia.

A parte che, sinceramente, non so quanto un bell’oggetto sono in grado di farlo il designer il geometra e tutti, ma comunque sicuramente le corbouseir stava parecchio più avanti di meier.

Quel che voglio dire io è che in teroria hai pefettamente ragione, ma all’atto pratico, preferirei che davanti casa mia costruisse meier piuttosto che i morphosis.

(per la diatriba architettonica posso riaprire i commenti al pubblico che secondo me flog là si sta mangiando le mani)

Commento di laclauz

sicuramente hai ragione quando dici che l’architettura è altro che dire “che figo”. che ville savoye ha tutta una serie di significati dietro, ma ricordiamoci che ville savoye è una specie di manifesto. detto ciò, sicuramente meyer non è il più grande architetto vivente, ma può essere un maestro: il mio prof di progettazione il primo anno diceva “l’architettura è l’arte di prendere due piccioni con una fava”.
ebbene in questo mi sembra che non ci sia nulla da obiettare. nel caso dell’ara pacis forse (non lo so, l’ho vista solo su riviste) manca l’attenzione all’aspetto urbanisitico. ma ci sono gli altri tre (e non fatemi citare vitruvio perchè senza occhialini non ci riesco).

Commento di camilla_lo

junior, junior, tu mi piaci perchè – fai ballare tutti quanti ed alle volte fai ballare anche me-ee.

Commento di ardez

Arrivare dopo cinquantatre, (ci vuole l’accento?), commenti è impegnativo. Che succede? Dibattiti? Litigi? Commentatori scassacazzi?
Vabbè, io volevo solo dire, lette le ultime tre righe del post: “Tenera Clauz”.

Commento di JohnnyDurelli

io invece volevo dire… se parliamo di patata partecipoo anche io alla discusisone…

ma che brutto guardate le case degli altri e ci fate i commenti…

Commento di anonimista

Ecco, deo gratia (anzi Laclauz gratia), posso commentare senza fare il login nell’odiata Splinder.

Io di architettura non ne capisco un fico secco. Non vi seguo. Capisco solo quello che mi piace.
Come ingegnere tenderei a costruire palazzi e strutture che stanno in piedi.
La creatività la lascio a voi creativi.

Però la Galizia, era proprio bella. E non ci sono architetti sulle scogliere.

I tuoi post mi interessano per il contenuto che (tras)portano. I commenti col post c’entrano poco. L’essenza fotografica mi sembra molto più naturale. Senza troppe parole di maniera.
Ci ribecchiamo allora su Flickr.

Bonne nuit.

A.

Commento di nomdart

ok, però il fatto è che la bellezza di un oggetto è una cosa soggettiva. quanta gente si fa le porte ad arco e se le rimira sgocciolando? sei mai stata all’outlet di roma? vacci, poi dopo che hai vomitato pensa al fatto che quella robaccia insulsa è stata progettata sulla base di un’enorme ricerca di mercato tesa ad individuare l’immagine della città ideale. ed è uscita fuori quella merda. no dico.
una foto porca, per dire, è meglio dell’ara pacis, a proposito di fava.

Commento di junior

eh beh, solo uno come ardez può capire che laclauz abbia 33 anni. Perché è chiaro che stiamo parlando di Lola, su. O di mamma Clauz, sono indeciso.
Per il resto io ti immagino vestita tipo Abukulele, che è tipo uno che corre i 10km o giù di lì con la canottierina leggera e i pantaloncini corti, perché, a leggerti, si capisce che tu a correre ti ci trovi bene, altrimenti mica correresti così tanto, no?
In alternativa Oreste Lionello.

Scegli.

Commento di greenwich

sto di schifo in pantaloncini, scelgo oreste lionello.

Commento di laclauz

aggiù la connessione tra foto porca ara pacis e fava mi sfugge ma forse chi va con gli zoppi, eh.

Per il discorso sulla media rimando al post di vertigo. Secondo me la bellezza architettonica non è così tanto soggettiva. O comunque quello che io volevo dire è che quello è il mio soggettivo, quindi a me sta bene così.

Commento di laclauz

yes.

Commento di ardez

Tipo che io non lo sapevo che gli aranci vanno a male (sì, dico pure zucchini, e allora?) anche se fuori sembra che no, ed è brutto, ma brutto assai, scoprirlo quando ne hai spremuti quattro dentro un bicchiere di ingenti dimesioni e sei molto contento che quella sia la tua colazione.
Fanculo alla frutta.

Commento di laclauz

basta calcolare il giorno d’acquisto rispetto a quello di spremitura. Se supera il valore di 15, ci sono buone probabilità che l’agrume sia andato.

Commento di greenwich

laclauz, ti sono vicina.

Commento di Brigget

Greenwich sì vabbe’ ma chi si ricorda il giorno dell’acquisto, io li guardo e se camminano da soli capisco che non è più cosa, quindi quello che mi ha deluso è stata lo loro infidità (infidia? infidezza?) di sembrare normali fuori. Non è giusto così.

Briget, tessoro, grazie, per zidane o per gli aranci? Non so quale è peggio tra le due, in effetti.

Commento di laclauz

Zidane e tutti coloro che gli assomigliano. So bene i danni che possono fare.

Commento di Brigget

Fleming con gli aranci andati a male ci salvò un sacco di vite umane: rifletti Laclauz, rifletti…

Commento di stroopwafels

sì vabbè, ma se sono morbidi come fossero di gomma piuma si capisce che tanto normali non sono, su.

Ora facciamo che gli aranci bastardi che rimangono duri e perfetti lucenti ma che dentro son marci capitano solo a te, così mi viene pure un mente un film dell’orrore solo che ci sono le mele marce, ma non mi ricordo che film.

Eh.

Commento di greenwich

Se uso il commento sessantanove (oh, e dico sessantanove, mica la chiacchiere) per scrivere che il post mi è piaciuto tanto, pare brutto?
No, perché se pare brutto lo riscrivo qualche commento dopo, eh.

piesseduepunti
io l’avevo capito che i trentatrè erano di zidane, ma forse sono troppo sagace, ecco, basta, mi sento fuori posto, vado via.
(applausi del pubblico, sipario)

Commento di pacomino




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...