ma anche no


I love you just the way you are (parte terza)
4 maggio 2006, 11:31
Filed under: mai piu senza

Il mio correttore di bozze mi ha dato il permesso, quindi ecco qua un po’ di robetta autoreferenziale, brutte creature malvagie.
Il BarcellonaFC ha vinto lo scudetto o quel che è,
zoca diventa ufficialmente il mio correttore di bozze secondo.
Vi odio tutti, indistintamente.

1. mentre sono sotto la doccia devo bere l’acqua che cade. A volte non è potabile, a volte è bollente, a volte cadono pantegane, ma me ne accorgo solo quando la pantegana mi raspetta in gola durante l’acuto di purple rain.

2. non posso dormire con la porta aperta o gli armadi aperti, fosse mai che entrano quelli di monster& co. Se ci penso un po’ sicuro viene fuori che è perché un cugino del suocero dei gatti abusava di me in età prescolare.

3. quando taglio l’insalata giro il piatto di 90° alla volta fino a fare un giro completo. Questa pare da manicomio livello avanzato, lo so, ma è perché sennò non riesco a tagliarla bene. (sembra meglio così?)

4. ho sempre creduto che sarei diventata una persona migliore: poi invece non se è fatto più nulla, e devo dire che all’oggi ho un po’ perso le speranze.

5. ho un’ossessione maniacale per i dettagli, con conseguenze disastrose. Chi nota i dettagli acquista ai miei occhi un fascino pressoché infinito, passo sopra quindi alla mancanza di spalle e cervello e mi ritrovo impantanata in storie assurde con soggetti decisamente inutili, chiedendomi se in fondo davvero scrivere “un po’ ” invece che “un pò” sia una componente così determinante nella scelta di un uomo.

6. credo nella fisiognomica ma non nell’omeopatia.

7. riesco a litigare sempre con tutti, è più forte di me. Lì per lì non ce la posso proprio fare a tenermi, ma poi sto molto peggio dello sparring partner a cui ho detto le minchiate, perché quelle in fondo sono solo minchiate e invece io mi rendo conto di essere una persona orribile e che ha di nuovo fatto il litigio.

8. mi stanno sul culo le moleskine: il leggendario taccuino di Hemingway, Picasso e Chatwin ‘sta ceppa, vuoi darmi dell’ansia da prestazione aggratisse? Boriosi radical chic dimmerda. Ecco, lo sapevo, mi sono innervosita.

9. ogni cinque anni faccio reset del cervello senza nessun backup, e chi s’è visto s’è visto. (Secondo me è perchè i dettagli dopo un po’ straripano.)

10. una volta ho portato uno a giocare a biliardo per fare la splendida e lui mi ha massacrato con nochalance in cinque minuti netti. O che ne sapevo che era il campione regionale di ‘sto cazzo? Io dico vantati un pochino, prima, santiddio, avvertimi, così evitiamo di finire in un b-movie a beneficio di tutta la sala.

11. sono fermamente convinta che se mi fossi chiamata valentina la mia vita sarebbe stata più figa. O Gaia. Io secondo me ho la faccia da Gaia e giuro che questo non c’entra niente col fatto che gaiabighouse era la ragazza più figa del liceo. Comunque ho rischiato di chiamarmi flaminia e brr non posso pensare a quanto sarebbe stata sfigata la mia vita come flaminia.

12. so inghiottire le pasticche senz’acqua. Anche l’aspirina che si appiccica.

13. quando mi dicono una cosa carina mi piace che mi sia ripetuta più volte. Così la prima la posso buttare in caciara, la seconda diventare rossa, la terza essermi abituata all’idea e godermela. Essì, è vero che faccio fatica, mica era uno psichiatra a caso, eh.

14. il momento più strano della mia vita, ad ora, è stato dieci anni fa una mezz’ora Fiumicino-Termini in mercedes guidata da un mafioso ispanico, circondata da sconosciuti slavi con guance rubizze e orribili impermeabili azzurri, che parlavano velocissimi. Non ho mai capito cosa ci fosse sotto, ma ricordo distintamente di aver pensato che era un setting parecchio surreale.

15. il tipo con cui ero a cena l’altra sera mi ha detto “ci serve un’altra sedia per la tua mascella” Giuro che una volta un tale mi ha detto che avevo la mascella secsi, ma è anche vero che, per quel che ne so, quel tale adesso potrebbe farsi chiamare Iolanda. 

16. sono curiosa come una biscia e mi schifo molto per questo.

17. se c’è una cosa che è immorale è la banalità. Mi fa fisicamente male. E siccome io mediocre e banale lo sono spesso, quando non riesco a sostenere il tutto telefono a qualche pietoso conoscente che mi rassicura che non è vero. Non che ci nessuno dei due ci creda, però si rimanda il suicidio di un altro mese.

18. mi piace che il dentifricio sia spremuto da sotto, i cassetti siano chiusi e i libri in fila, e allora? 

19. mi piacciono gli uomini che gli piace dire se gli altri uomini sono carini, guardare le scarpe e fare le chiacchierette, questa è la realtà, e questo è il motivo per cui non ho un fidanzato da quattro anni e dispero di incontrarne uno per altri 20. (Oltre i cinquanta non riesco a pensare per il momento, è troppo anche per me. Comunque un tempo non riuscivo a pensare oltre i venti.)

20. quando avevo otto anni ho scritto una poesia sul pane tostato col burro. Poi mi sono un po’ seduta e la mia carriera come poetessa è naufragata.

21. mi faccio un sacco di domande inutili, mi do un sacco di risposte inutili, leggo un sacco di libri inutili. (ma non i manuali di auto-stima o auto-aiuto o auto-mobili… cribbio, questa manco junior.)

22. dormo coi tappi negli orecchi. Sempre. Una volta causa scellerata svista, ho dovuto ovviare con delle molliche di pane. Una volta il didò, che per metà sta ancora là. Diciamo pure che faccio la raccolta differenziata negli orecchi.

23. all’esame di maturità ho detto “non diresti mai che i promessi sposi li possa aver scritti uno pesante come manzoni… sì insomma, quegli inni sacri, eh? Dai” per questo mi sono sempre sentita molto vicina al tipo di ovosodo.

24. io parlo tantissimo. E se dite che vi piacciono le persone che parlano tantissimo, mi sento in dovere di avvertirvi che io parlo davvero di più di quanto non crediate.

25. senza liquerizia, stracchino e pelacarote, vivo male.

Annunci

28 commenti so far
Lascia un commento

chi aveva lasciato il terzo commento nel post sotto: non l’ho letto, se era una cosa carina la si può riscrivere? grazie. (sennò vaffanculo)

Commento di laclauz

ora.
a parte il fatto che io non so né sputare né fischiare,fare le due cose insieme mi pare difficile, se poi si aggiunge anche cancellare il commento non so bene un solo essere umano possa essere sufficiente.
(sei il mio correttore di bozze secondo! ho cancellato secondo tuo consiglio!)

Commento di laclauz

Ah, allora hai fatto bene.
Come sarebbe a dire che non sai ne’ fischiare ne’ sputare? Ce l’avrai avuta un’infanzia! Ma che scherziamo.

Commento di zoca

Ah, allora hai fatto bene.
Come sarebbe a dire che non sai ne’ fischiare ne’ sputare? Ce l’avrai avuta un’infanzia! Ma che scherziamo.

Commento di zoca

FCbarcelona con una elle sola, criBio.

Commento di junior

e il punto 8 ?!

solo per farmi bella al punto 5 ;-)

Commento di ladyanna

zoca:eh, l’ho detto che il cugino del suocero dei gatti abusava di me in età prescolare: infanzia negata. (o intendevi sputacchiare per lo sforzo di fischaire? quello sì.)

junior:in realtà volevo scirvere Barça ma non mi trovavo la ç. Comunque era così per dissacrare, che si scrive FCBarcelona e non viceversa, me pare.

ladyanna:oh mio dio!
il punto otto! ora sapete come ladyanna ha meritato il posto d’amica d’onore.

Commento di laclauz

quello del terzo commento ero io… siccome non mi va di andare a fanculo… avevo solo detto che ero d’accordissimo con zoca.

Commento di anonimista

nove commenti in mezza giornata, e voglio vedere se ti lamenti anche stavolta. il correttore di bozze primo nella persona di me medesimo ti fa comunque notare che “ha vinto lo scudetto o quel che è” dove l’è l’abbiamo lasciato a casa. e si dice fisiognomica non fisionomica. dove si capisce che il correttore di bozze primo se è primo e non secondo, ebbene un motivo ci sarà

Commento di Vertigoz

11.come rappresentante della categoria mi arrogo il diritto di smontare in pieno questa tua tesi, ora non so se con Gaia andrebbe meglio.
13.anche io, però la butto così in caciara la prima volta che l’adulatore comincia a pensare che mi dia fastidio e ammutolisce…

Commento di ovale80

Il correttore di bozze in seconda ti segnala inoltre che sarebbe preferibile usare liquirizia piuttosto che la sua storpiatura popolare liquerizia. Dove si capisce che se i correttori di bozze sono due e non uno solo, ebbene un motivo ci sara’.

Comunque io mi ero candidato come revisore non tanto della linea grammaticale quanto dell’indirizzo politico del blog. Ora sono combattuto tra l’appagamento per l’ottenuta poltrona di correttore e l’idea di coinvolgere Anonimista nel mio progetto di fronda interna e appoggio esterno.

Commento di zoca

Mbha!

Commento di aquarius248

anonimista:bien allora niente fanculo, ma solo per questa volta

Vertigoz:io avevo scritto fisiognomica ma word me lo ha corretto, e cos¡ ho scoperto che esitono utrumque, pero’ in effetti anche a me piace piu’ fisiognomica per il resto grazie me voy a coregir.

ovale80:mozione valentina accolta. Per la 13:grazie a questa genialata io sono riuscita a farmi liquidare da un uomo con mi fai fatica, non so nel mondo qualcuno puo’ vantare uguali

zoca:a me liquirizia mi sa di stitichezza, e quindi dico solo liquerizia alla faccia tua e di word. comunque: a te sia la poltrona di correttore che la facolta’ di sindacare sull’orienamento politico, questo comporta una serie di onerosi debers, tipo post in anteprima da vagliare, sappilo, che mica solo gloria, qua.

sono molto felice di avere due correttori di bozze, aguzzate la vista, gente.

Commento di laclauz

beh sulla conta dei commenti devi togliere quelli di clauz… gli autocommenti non valgono :D

Commento di anonimista

> gli autocommenti non valgono :D

si vede che sei un pivello in fatto di blog.

Commento di Vertigoz

ma tipo che cancelli tutto il quinto anno, o dal primo al quinto e resti senza ricordi?

Commento di erbasalvia

grazie vertie di occuparti dei pivelli, che farebbe questo blogghe senza di te? mmmuà.

erbasalvia: no cancello tutto senza ricordi. Gli imbianchini non hanno ricordi. E’ comodo ma a volte anche molto scomodo, tipo quando tutti ti dicono ma non ti ricordi, o ora che saranno cinque anni che ho finito l’università, eh.

Commento di laclauz

per quanto mi riguarda il conto di commenti di sto blog per ora e’ a n-5

Commento di anonimista

punto 19: praticamente vorresti michele apicella, il personaggio di moretti in “bianca”; lui ti capirebbe se non altro per la fissa delle scarpe (o perché fa fuori tutti gli amici ed è nevrotico con l’ansia da abbandono??)

23: io alla maturità parlando di freud ho detto “fellatio”, ma poi è scemato tutto perché ho litigato con mezza commissione (vedi punto 7)

21: tra gli autolibri che non leggi ci sono pure i “teach yourself”? io su uno di questi ho imparato un pò di sanscrito, sono utili!

5: pat pat, solidarietà

16, 17 , 18: idem come sopra (ma sopra è una solidarietà più sofferta)

mediamente gli altri punti mi danno l’orticaria da stress.

alessio

Commento di utente anonimo

cazzo ho scritto “pò”!!!!! ormai sarò già schedato.

Commento di utente anonimo

michele apicella è il mio idolo, semplicemente, anche se in ossessioni lo batto di diverse lunghezze.
Se dovessi scegliere un film preferito, e non si può scegliere un solo film preferito, direi Bianca.

Non ho capito né se la solidarietà è perchè anche tu hai di questi problemi, né perché il resto ti fa venire l’orticaria.
Ma io non capisco un sacco di cose, eh.

Ora, per la gioia del mio redattore e manager zoca, esco.
ciao ciao

Commento di laclauz

…scrivere “un po’ ” invece che “un pò” sia una componente così determinante nella scelta di una uomo”. Nella scelta di “una” uomo forse no…ma di un correttore di bozze…beh quello si!

Commento di riotinmymind

La grande LadyAnna mi ha parlato di te e devo dire che questo blog mi sorprende… anche se sembra tu sia una blog star ora ti leggo un pochino :D Saluti dalla Scandinavia!

Commento di gattosolitario

Blogghestar. piano con le parole che poi mi monto la testa e voglio andare ai raduni a sedurre personalità confusa.
Sempre caro mi fu quest’ermo De Gregori, ma in particolare da quando sono qui ho un nostalgico struggimento italico.
Ciao ciao (andarsene è un peccato però ciao ciao)

Commento di laclauz

anch’io campo male senza stracchino e pelacarote!

Commento di Pimms

il pelacarote, parliamone.
C’è gente che lo chiama pelatapatate e secondo me quelli non hanno capito nulla della vita, perchè le patate si posso tranquillamente sbucciare col coltello, le carote no. Comunque:
la mia esperienza riguardo questo oggetto mi insegna che a firenze vendono solo quello a bastoncino che non serve a una ceppa; qua manco a pararne, per cui l’ho invaligiato con cura e portato da roma.

Lo stracchino, ecco, invece quello davvero è un problema. Niente, ma niente di niente di niente.
Drama.
Davvero.
(per questo sto così scoglionata, presumibilmente)

Commento di laclauz

Guarda che è una certa Stoccolmese che ti chiama così! :D

Commento di gattosolitario

5: assolutamente.

Commento di anija




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...