ma anche no


troppe volte zero, baby, non vuol dire uno
26 aprile 2006, 20:18
Filed under: mai piu senza

1. Da quando sono tornata qui sono parecchio scoglionata. Ma parecchio parecchio. Prettamente leggo mangio un fracco di cioccolata e faccio la lagna, ma a volte mi dedico anche a cose utilissime.

2. Ho delle liti furibonde e ricorrenti con quella parte di me che sostiene che non è necessario comparare tutti i pantaloni taglia quaranta che mi entrano per il solo fatto che abbiano un’etichetta taglia quaranta.

3. Ho graffiato la padella antiaderente e ho l’orrendo sentore che questo mi varrà i 500 euri di caparra.                  

4. I lavori, i lavori, ohhh, it’s like ten thousand spoons when all you need is a knife, e basta, ché non c’ho voglia di dire altro, ché "dominare gli eventi è una battaglia persa in partenza", ecco.

5. Coinquilina senior c’ha l’esame per diventare primo violino, c’ho una capoccia rigonfia di Mozart che lo so solo io. Coinquilina junior odia tutto il mondo, per questo la stimo, a parte il fatto che con ogni probabilità odia anche me.

6. Piango segretamente le mie debolezze: riesco ancora a stupirmi, è tanta l’ingenuità.

7. fabiovolo non mi ha mica chiamato per la sua trasmissione. Probabilmente avrà intuito che sono troppo grassa e sarebbe imbarazzante dover chiamare in diretta il tecnicoso per far cambiare lo sgabello di miss piggy.

8. Ho il fondato sospetto che emule mi odi: il mio download più progredito si concluderà tra 13 giorni e 17 ore e comunque mi pone quei coloracci con troppo accanimento. E dire che io proprio io con tale sacrificio mi attengo alla regola "Non fissare emule. Non gli piace"

9.  Mi ha scritto un trentenne per fare intercambio de idioma e mentre tutta speranzosa attendevo un figo di dio nella piazza del MACBA è arrivato un ometto coi capelli a spazzola che per me poteva tranquillamente avere cinquantasei anni e dopo averci parlato poteva ne tranquillamente avere centocinquantasei.
Ha iniziato dicendo che in italiano erano frequenti i nomi con CH.
Tipo? Tacchinardi. Certo, come non averci pensato prima.
Segue un interessantissimo discorso pullulante di numeretti sull’attacco italiano, in cui io riesco solo a azzardare che totti sia capitano della nazionale. (In realtà quella sera poi ho messo su google “chi è il capitano della nazionale?” però mi ha trovato questo e quindi è tutto doverosamente passato in secondo piano.) Comunque meglio discutere sulla vera indole di cassano, che la successiva interminabile pippa sul fatto che noi popoli latini dovremmo parlare latino, che l’inglese è la lingua dei soldi, che le radici e che dopo un quarto d’ora volevo iniettarmi in vena il burro di cacao.

10. Dalla cospicua dose di polizia in giro e dalla pipinara di gente con la maglietta di kakà posso argutamente dedurre che stasera si svolgerà un incontro calcistico cosmopolita. Per non trascendere i sottodetti luoghi comuni, i miei connazionali si prodigano in garbatissimi frizzi e lazzi, catalizzando l’attenzione del popolo delle ramblas e generando un brusco crollo di autostima nel popolo dei mimi. Io nascondo con aria colpevole gli spaghetti barilla sotto il sacchetto dei pomodori alla fila del supermercato.

I’ll stay up and moan.
Maybe I should practice.
Unnnnh. Unnnnh.

Per i più fortunati, in video conferenza internazionale via skype.

(nota. sono consapevole e sofferente del fatto che questo post sia graficamente e sproporzionato, ma l’ho detto che sto scoglionata.)

Post Scriptum ma poi girellando qua e là ho trovato chi ha detto quello che volevo dire io, che invece ho detto tutt’altro.
E lo ha detto proprio bene: pubblica stima.

Annunci

17 commenti so far
Lascia un commento

“Piango segretamente le mie debolezze: riesco ancora a stupirmi, è tanta l’ingenuità.”

Meno male, ogni tanto c’è uno sprazzo di umanità in questo cuore.
Linus.

Commento di aquarius248

mah, a me questa storia dell’aspettare che succeda qualcosa, delle insicurezze e compagnia bella spesso mi sa di alibi per non farsi il mazzo; cioè, qualche volta magari non che proprio ci si rigiri i pollici, ma il mazzo seriamente, in quantità e qualità, quello che ti permette di dare davvero il massimo, secondo me se lo fanno in pochi. lungi da me il mettermi tra questi ultimi.
alessio
(noto che ormai siamo solo io e aquarius a commentare, starai con le flebo e gli impacchi!!!ghghghgh)

Commento di utente anonimo

la pasta barilla? ma li la chiameranno sicuramente bariglia… presumo.

Commento di anonimista

Caro il mio Alessio, rassegniamoci:
siamo diventati una banale dose terapeutica.
Altro che merdine sparse sui marciapiedi ad aspettare…

Cmq ricordate gente che non tutte le cacche vengono calpestate alcune vengono banalmente seccate dal sole.
Linus.

Commento di aquarius248

“figo di dio nella piazza del MACBA” ci stava tutto a questo punto della storia. uffa.

la prossima volta alla cassa
camuffati con questo (http://www.elpavo.es/)

:-S

Commento di ladyanna

… è la teoria della fuga che non funziona: puoi fuggire da tutti ma non da te stesso/a…

Commento di Riflessioni

ragazzi, con tutto il rispetto dovuto ai miei unici commentatori, mi pare che siete andati tutti fuori tema.

acquarius248: nessuna umanità, è una citazione.

alessio: bella per te se sei così sicuro di poter fornire qualità e quantità: sei già come la cacca allora.

riflessioni: ma chi ha parlato della fuga?

Commento di laclauz

uffa
uffa
uffa.

siete della gente abbietta,
e io vi odio tutti.

Commento di laclauz

fuori tema??!!
=:-O

Commento di ladyanna

proprio perché ormai, anche non avendoti nemmeno mai vista, ti prevedo così bene, mi ero premurato di specificare a chiare lettere “LUNGI DA ME IL METTERMI TRA QUESTI ULTIMI” (cioè tra quelli che forniscono quantità e qualità) ma vedo che t’arimbarza proprio; per la storia del fuori tema credevo fosse evidente che il mio commento partiva dagli spunti del link che hai messo in update, atto ad implementare il punto 4 del tuo post.
distinti saluti, pfui.
alessio

Commento di utente anonimo

io dicevo fuori tema sul post del dessa, non sul mio, dovrei stare a spiegare come e cosa e perché ma non c’ho voglia, quindi facciamo che finisce tutto a tarallucci e vino?
O a sangria e tapas, come te quieres.

Commento di laclauz

non ne hai parlato, già…
prova a leggerti come se non fossi te (…) e vedi se i tuoi ultimi post non parlano di fuga …

Commento di Riflessioni

ciao fraps, che fine hai fatto ?

Commento di Vertigoz

Ciao!! Ti scrivo così…nulla di pertinente al post ma solo che…vabbè ci faccio la figura della lurker!!
Fabio Volo non sa cosa si è perso…

Commento di cptuncino

e scrivi minchiola

Commento di Vertigoz

Il punto 2 e il punto 7 non sembrano andare molto d’accordo :)

Commento di anija

allora, spiego che qua in giro mi si taccia di essere una donna magra e giammai lo sono.

Il fatto che io voglia comprare i pantaloni taglia quaranta che mi entrano, è sinonimo del fatto che di solito non mi entriano, e quindi, per l’emoccion vorrei comprarli tutti anche se sono orribili.

Poi se vogliamo esser puntigliosi qui le taglie funzionano 3 sotto quindi la 40 è la 46 quindi avrei dovuto dire quando mi entra una 34 ma poi insomma ecco.

Quindi, il titolo di miss piggy è sempre mio.

Commento di laclauz




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...