ma anche no


per noi ragazze di prima classe che per sposarci si va in america (traghetto parte seconda)
23 aprile 2006, 14:18
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

Apprendo con orrore che avere uno spazzolino da denti a Barcellona e uno a roma non è un idea poi così geniale quando devi dormire una notte fuori. Quindi mi sveglio con una colonia di lumache in bocca e mi dirigo alla ricerca del fantomatico bar piazza di spagna, dove trovo esattamente ciò che sospettavo: cornetti imbustai con dubbie marmellate fluorescenti, le charms che con tutto il dovuto rispetto non vedevo sul mercato da decenni e una folla di brufolosi brillantinati con le mutande fuori dai jeans.
In questo setting già di per sé abbastanza degradante, subisco il tentativo di approccio più misero della storia.

Con la faccia tormentata dall’indecisione chiedo all’omino del bar, over trenta pericolosamente incline alla stempiatura, ma con occhi azzurri degni di nota:
“come è la torta?” 
“crema e pinoli” risponde pronto fallendo miseramente l’occasione di mostrare rutilante humor.
Dopo un po’ mi osserva magiare la torta e esordisce complice “hai mai visto quel film, colazione da tiffany?”
Mezzo mi strozzo con la torta e mi scappa un genuino “ehm sì… non proprio lo stesso setting, eh?”
“eh vabbe’ ma audrey hepburn… eh, che classe, no? Dico, una raffinata?” dice amiccando
“ehm… sì” ti prego fermati qui, dai, fallo per tutti e due.
Giusto per la cronaca: io somiglio a audrey hepburn come un alano bianco somiglia a un volpino bianco.
Segue, rapidamente: sei in vacanza? No lavoro. Che lavoro? Architetto. Perché in nave? Ho la vespa.
Ad ogni risposta si illumina progressivamente fino ad esplodere giubilante:
"la vespa! come audrey hepburn in vacanze romane!”
“ehm… sì” dico io pensando alla giacca Patagonia rossa e agli anfibi.
“senti, ma! Noi domenica notte ci fermiamo a Barcellona, eh! Perché non ci vediamo?”
Ecco.
Allora.
Devo ancora finire il tè.
Temo che la cuccuma di plastica bollente con bustina limone e cucchiaino ciondolanti sia un po’ d’impaccio per la fuga.
Se lasciassi con noncuranza il tè per scappare darei decisamente troppo nell’occhio.
Aiuto.
Inaspettatamente mi viene in aiuto la Ciociaria, sotto forma di due giovani dame romane che con un “che m’ ‘o fai er caffe?” mi consentono di defilarmi con lo stile passettini effeminati: rapidamente, ma con noncuranza.
Solo che poi non ho più osato avvicinarmi al bar per tutto il viaggio e quindi da ventiquattro ore nel mio stomaco viaggia solo una oltraggiosa bigbabol pannaefragola, in compagnia della galeotta torta.
La colonia di lumache sta festeggiando.

Annunci

14 commenti so far
Lascia un commento

bleaaaK… che schifo… e non so se più per l’idea della colonie di lumache o per lo squallido approccio in un luogo da sclamore (neologismo tratto dalla lingua lucana).

Linus…

P.s. Ma quello del bar se è accorto della colonie di lumache?

Commento di aquarius248

non lo so. A giudicare dall’insistenza direi di no, ma va anche detto che mi tenevo a debita distanza e le lumache, si sa, son lente a risalire.

Commento di laclauz

“Solo che poi non ho più osato avvicinarmi al bar per tutto il viaggio…”
per paura che attaccasse di nuovo bottone o per l’imbarazzo per esserti defilata con nonchalance? nel caso della seconda ipotesi questa va a fare compagnia alla storia del numero del tizio che ti sei sentita in obbligo di tenere nel portafogli! Anche a me mettono a disagio le situazioni squallide (o meglio, quelle che non si evolvono secondo un minimo criterio estetico), ma in questo caso mi sarei chiesto se effettivamente quest’omino avesse una sensibilità sufficiente per sentirsi imbarazzato, e soprattutto se valesse la pena di sostentarsi a bigbabol per 24 h! e poi i baristi sui traghetti non fanno i turni???
alessio

Commento di utente anonimo

Ma in conclusione sta torta com’era? Almeno quella ti ha lasciato soddisfatta o anche lei di bello aveva solo lo “sguardo”?
Comunque la “cuccuma” è Zublime!!! (vediamo se la becchi tu la citazione…)
Sempre incantato.
Linus

Commento di aquarius248

buahah.
(brava, ti sei tenuta il post per i tempi di magra ;-)

Commento di Vertigoz

:-S
“nonna mi ero dimenticato che il nonno non l’hai incontrato nel bar della nave”

Commento di ladyanna

alessio: non lo so, ma meglio non rischiare che per il terrore che presa dall’ansia di non saper che fare gli dessi il mio numero e poi per non deluderlo fossi costretta da me stessa a portarmelo in cabina

aquarius248: uh, quando ho detto che la torta non era male lui ha detto “è surgelata” Le lumache hanno ballato la lambada per mezz’ora.

Vertigoz: sì li ho tutti in un conto in svizzera

ladyanna: io direi che è più appropriato “il nonno non l’hai incontrato”, ecco.

VOIATRI TUTTI:siete delle cretaure ingrate, non vi meritate nessun post nuovo. Vergogna.

Commento di laclauz

schifidus…

Commento di anonimista

Le lumache che ballano la lambada… che schifo!!! (e non fraintendiamo!)

Mo però basta con ste lumache e passa alla parte terza, Pleaseee….

Commento di aquarius248

mmmm, vediamo se ho capito: per conquistarti basta adularti pesantemente e giocare sui sensi di colpa; mi lancio in una combinata:
l’altroieri per aspettare tutto il giorno una tua risposta al mio commento non ho portato a spasso il cane che mi ha evacuato su un tappeto, non solo costosissimo, ma, cosa ben più importante, che ricorda nel colore i tuoi splendidi occhi. mi sposi? (ribadisco che sono provvisto di folta chioma che manco cesareragazzi)
alessio

Commento di utente anonimo

sì, molto bene, solo io mi farei due conti sull’utilità di questa cosa dello sposalizio perchè poi dovresti avere a che fare con me ogni giorno e alla fine è un po’ faticoso.
Io dico per te, eh.

acquarius, non c’è una parte terza: fattene una ragione e prova ad andare avanti con la tua vita di sempre. Non sarà facile, lo so.

Commento di laclauz

Non c’è un parte terza? Ma che razza di Post a puntate è questo?
Non ci si può appassionare a niente… che tristezza!
Mbha! Me ne farò una ragione… :o(
Linus…

Commento di aquarius248

C’hai ragione, la vedo sempre semplice all’inizio, poi correrei il rischio di finire in analisi con un forte esaurimento nervoso; mi è già capitato (l’esaurimento nervoso, solo quello per fortuna), dovrò abituarmi all’idea che non si possono contemplare le donne come fossero opere d’arte, almeno fin quando ci interagisci. Sono molto sulla linea “Cara ti amo” di Elio in questo momento, un pò in mysoginic session!
alessio

Commento di utente anonimo

come non c’e’ la parte terza? quindi finisce tutto con le lumache? ma che schifo… almeno una foratura della vespa riparata con la bigbabol appena prima dello sbarco… almeno quello… ma le lumache.. lasciano l’amaro in bocca… perfavore inventati un finale adeguato… che schifo non dormiro’ piu’.

Commento di anonimista




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...