ma anche no


and the clothes you wear are so fine
9 novembre 2005, 00:15
Filed under: bll bb bll parlaci di lei

La situazione mostra sta degenerando, mi assorbe una quantità di tempo tale che non mi consente di rispondere ai commenti, e non dico altro, che vedo che ci siamo intesi.
Stiamo subendo delle sopraffazioni immorali da parte dei curatori, diciamo pure che per il momento curatori tre architetti zero.
I curatori sono degli esseri incredibili che hanno studiato la storia dell’arte e per questo si sentono in dovere di cospargerti quotidianamente e copiosamente con i loro preziosi succhi gastrici. I curatori se li levi dal contesto, luogo deputato all’esposizione di opere, puoi tranquillamente pensare di essere sul set di qualcuno volò su nido del cucùlo.

Ora, siccome sennò sembra che io sia solo chiacchiere e distintivo, convaliderò la mia asserzione con un esempio. Oggi erano necessari nello stesso tempo e luogo due curatori che, per dirla con eleganza, si vilipendono a vicenda, quindi per evitare la trasformazione di luogo mostra nel setting di rocky abbiamo dovuto evitare che si avvistassero: uno doveva stare al primo piano e uno al secondo, e poi viceversa. C’era un brulicare di walkie-talkie per impedire che si scontrassero per le duecento scale o in ascensore, si placcavano le uscite che 007 in confronto è un pivello. Ma la cosa più bella è che entrambi erano a conoscenza della contemporanea presenza del nemico. Fate un po’ voi.

Dunque, io oggi ero vestita in grande tiro professionale, per guadagnare un credibilità agli occhi di curatori e presidenti e via dicendo, ma il funesto risultato è stato che il restauratore ha detto a zeboss “eccola! dicevo alla sua assistente che io aspettavo l’architetto” e il curatore, ottantenne, sia ben chiaro, mi ha detto che lui comunque faceva il cazzo che gli pareva. Fortunatamente il presidente mi ha ignorato.
Però, dopo aver passato la bellezza di dieci ore sui tacchi, mi è infine chiaro perché le donne sono tutte isteriche e incazzose.

In compenso ho ottenuto un enorme successo coi trasportatori, di cui vi lascio immaginare l’avvenenza, con i quali ormai divido il novantaduepercento delle mie giornate a scegliere le dimensioni delle staffe e attaccare e staccare scotch di carta mentre i curatori giocano a figurine con le opere.
I trasportatori mi hanno pure invitato a ballare.
Ovviamente io gli ho detto che non dovevano andare a ballare perché sennò domani arrivavano tutti sbilenchi.
Che diamine, giovinastri.

Il mio affiatamento coi trasportatori (torinesi, mon dieu) deve essere stato frainteso in sala, perché mentre esponevo le mie esigenze di manovalanza, elena mi ha detto testualmente: ti do due di loro e puoi farci quello che vuoi.

Comunque. La cosa più bella della mostra è che per terra c’è tutta la plastica con le bollicine d’aria e camminarci sopra è la cosa più goduriosa del mondo. Facciamo una delle cose più goduriose del mondo, va. Comunque io faccio sempre attenzione a passare sul lato meno usato perché scoppietta di più.
Cic ciac.
Ahhhhh.

Annunci

25 commenti so far
Lascia un commento

anche tu hai studiato la storia dell’arte diglielo un po’ uzzie !

Commento di Vertigoz

Bellissime le bolle di plastica. Occhio che un tacco non ci resti incastrato, altrimenti i trasposrtatori ti imballano e ti portano a ballare!

Commento di augustab

i tacchi sono il male.

Commento di gioiellina

Grazie Ozzy!
Se siamo in due a chiamarla Uzzie mi sento meno solo!
^^

Commento di utente anonimo

L’immagine di ella che fa trampling sulle bolle d’aria mi conturba…
Vestita con una salopette e calzando Superga rosa è cosa da Uzzie…
ma vestita da femmina e con i tacchi è cosa da Uzzy!

dr. Hebiz (etimologo, feticista, enologo e pranoterapeuta)

Commento di utente anonimo

Ehi, i due sottostanti commenti, salaci e sagaci, sono miei!

ser Hebiz (psicologo, imbianchino, inventore)

Commento di Hebiz

Ora: primo, che hai contro gli abitanti dell’urbe torinese? (cane di pistola a sei colpi che scatta sotto il capporto e sguardo estremamente malevolo).
In secundis: non hai ancora afferrato il concetto base dell’esistenza, vedo, che è colpisci chiunque attenti alla tua supremazia. Quindi, non solo i due curatori DOVEVANO legnarsi a morte (perchè così ne rimaneva poi solo uno e stanco da finire) ma quando il curatore ottantenne ti ha proclamato la sua indipendenza dal tuo pensiero ET ordine, dovevi sbriciolargli -lentamente- tutto il braccio sinistro e poi con voce amabile e flautata ripetergli che le uniche regole valevoli e vigenti sono le tue. Se reiterava, c’era pur sempre l’altro braccio.
E comunque potevi andarci a ballare coi trasportatori, almeno ti divertivi un po’.

Dixit.

Commento di Mortarion

non rispondo a tutti perchè sono un po’ distrutta, ma prometto che lo farò presto.

mi preme sottolinare quanto prima che è vero che ho una salopette ma non ho mai posseduto delle superga rosa e hebiz solo tu sei in grado di concepire accessori così disgustosi.

aggiornamenti mostra:
causa tacchi di ieri avevo la schiena smembrata anche oggi con gli anfibi, ma restauratore#2 mi ha dato dell’architetto, quindi i tacchi, che sono il male, funzionano come sospettavo.
resaturatore ha detto agli amici trasportatori: “smettetela di fare i tacchini con laclauz” e allora mi pareva proprio il momento ideale per bullarmi della mia conoscenza del verbo tacchinare, ma purtroppo non c’è stato tempo.

va detto che i trasportatorison simpatici e mi paiono le uniche persone sane di mente là dentro, però dio buono, sono dei casi umani che ve li farei vedè.

e poi, signori, il quadro grande ceh siv ede entrando sopra le scale, h.270 da terra, ecco, quello l’ha deciso tutto laclauz. e ora scusate che vado un pochino a bullarmi coi gatti

e commenate eh! che non è mica che non leggo, eh

Commento di laclauz

PS. credo che da qui a mercoledì avrò scoppiato tutte le bolle. siamo già al 75%.

Commento di laclauz

Beh, inizia col darmi una definizione di “caso umano”: senza un sistema di riferimento comune è un po’ difficile opinionare (bello ‘sto neoloGGismo, me lo archivio).

Per quanto riguarda la sanità mentale, ti cito “in un’epoca di oscurità chiedere al cieco di guidarvi, in un’era di follia lasciate che sia il folle a indicarvi la via”. Mi sa che si adatta alla tua situazione.
Sopravvivi e torna tra noi, che quiggiù ci manchi (mira meglio, per Diana Blu!).

Commento di Mortarion

ora.
come sai sto studiando.
e la questione dei tacchi cade ad uopo. a fagiuolo. ci sta come il cacio sui maccheroni [era il cacio?..sto divagando?]
nel post del 21 marzo l’incongruenza logico-cerebrale forse si insinua tra il punto 24 e la parentesi del punto 39?
[…]
Ecco. considerando che oggi è il 10 novembre discutiamo di chi abbia una vita più triste della mia.

orio

Commento di utente anonimo

‘ngiorno

[cic ciac]

opppsss, sono finite le bolle da scoppiare…
e ora?

Commento di Lakota

ebbene sì, stamattina sono qui a fare la segretaria di zeboss. dio che palle.

meno male che c’è orio che solleva la sostanziale questione tacco.

allora.

i tacchi a spillo li trovo abominevoli, in particolare sugli stivali, però i tacchi normali, cioè con un diametro di circa 3 cm vanno bene.
quindi tacchi alti ma grossi, sono quelli che io posseggo e bramo.

però sono diffcilissimi da trovare che abbiano una certa grazia, (tralasciando per un attimo il probelma punta/colore/finiture etc) ed è il motivo per cui compro le scarpe da femmina una volta ogni due anni.

capisco che a questo punto urge che posti quanto prima una foto esplicativa dei miei stivali taccati.

Commento di laclauz

potrei anche leggere questo post, ma anche no… per cui lo commento sulla fiducia…

[Il pavimento foderato di “plastica con le bollicine” anche io, dopo la lavatrice e la fiammella blu del gas è il mio nirvanizzatore preferito]

Commento di el3ven

potrei anche leggere questo post, ma anche no… per cui lo commento sulla fiducia…

no ecco, se mi dici così mi deprimo. come quando splinder ti dice che hai un commento nuovo e invece non è vero niente, che si è sbagliato

dì la verità che non vuoi leggere perchè hai capito che non si parlerà di tette e culi. cioè magari tette e culi, qua al massimo arriviamo a uomini che non mi cagano. comunque.

e io che volevo dare una piega intellettuale al blog e avevo giusto qui un post sulla secessione vinnese.
disperazione.

e comunque, carta cantat: Shiny stat mi dice che mi state trascurando, non va bene ma nemmeno per niente.

Commento di laclauz

cioè, tacco grosso tipo le scarpe di minnie?

Commento di Lakota

sì tipo, ma più belle. Qua non si vede il tacco, ma si può immaginare.

Commento di laclauz

“e io che volevo dare una piega intellettuale al blog e avevo giusto qui un post sulla secessione vinnese…”

Uzzina,
se vinnese sta per viennese sono felice che tu, alla fine, mi abbia ascoltato…
^^

Hebbie

Commento di Hebiz

adorabili…

Commento di Lakota

uau!
…che bel lavoro :-)
promettimi di non diventare mai una “curatrice” di mostre.. sono reduce da serata italo-svedese, dove avvenente architetto romana sulla cinquantina si prodigava in erudito fraseggio architettonico sulla mostra da lei “curata” per la gioia del malcapitato interprete :-S

“impaginato architettonico dell´opera” ho finalmente capito essere un semplicissimo.. wall!

Commento di ladyanna

80!
e ho anche messo la sveglia alle 6 per l’ultimo ripasso.
molto molto molto male.
sono prostrata.

orio

[adesso, io lo so, non mi merito più tutte le parole dell’ammore]

Commento di utente anonimo

fregaunasega fregaunasega.
avevo voglia di dirlo : )

Commento di Vertigoz

in bocca al lupo prostata

Commento di Vertigoz

ci falli sulla 4. e 6. che sono in media i quesiti più azzeccati. devo ammettere che tocca fare i complimenti per l’impeccabilità di tutto il resto,secondo me zei prima in classifica, che tanto si sa che vertigoz ha copiato.

ora, per chi non l’avesse capito, per chi passasse di qua, per chi improvvisamente si accorgesse di avere la cosa di paglia: alle e-mail si risponde. e anche ai mesaggi se si sta chiedendo una cosa.
grazie.

(echhicazz, cafoni.)

Commento di laclauz

pretendo di essere ascoltata e risposta!
[qua sotto]

Commento di anonimomichele




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...